green cosmetics. beauty tips. more

review #4: Hennè Le Erbe di Janas

29 luglio 2014
Oggi review su un prodotto per capelli: l'henné de "Le Erbe di Janas".




Premessa: ho i capelli lunghi, mossi, né troppo fini né troppo grossi e rossi naturali e diciamo che sono il mio segno distintivo, la parte di me che curo maggiormente e metto in mostra. Nell'ultimo anno ho cominciato a prendermene cura in modo abbastanza intensivo usando shampo e balsamo senza siliconi e con buon INCI e facendo impacchi con varie erbette. E proprio circa un anno fa mi sono imbattuta nel negozio "Le Erbe di Janas", un negozietto online gestito da una ragazza molto carina e disponibile che vende erbe tintorie, tra cui l'henné, e non solo.

Dal sito "Le Erbe di Janas":

La qualità di questo Hennè è frutto di accurata selezione, amore e passione. Solo le foglie migliori vengono scelte, fatte essiccare e polverizzate al momento della spedizione. In questo modo si ha un prodotto sempre fresco e duraturo. La polvere è finissima, fresca, verde oliva, dal caratteristico odore, tuttavia piacevole e non eccessivo. La pasta che si ottiene è cremosa, morbida, soffice, senza granelli di sabbia. Si risciacqua come una normale tinta, non essendoci sabbia e fibre grossolane che si ancorano al capello.

In questo negozio sono presenti 3 tipi di henné: hennè rosso caldo, henné rosso freddo e henné ayrvedico. I primi due si distinguono in base al tono di rosso che danno, se più caldo o freddo, il terzo invece è la tonalità più calda addizionato con altre erbe, quali amla, reetha, shikakai, brahmi, brhringaj, kapoor kachli, neem, indigo e buccia d'arancia. Sono al 100% naturali e composti solo da Lawsonia Inermis (escluso quello ayurveduco, ovviamente) e non contengono picramato di sodio. Importante sottolineare che si può sentire parlare anche di henné neutro e henné nero; in realtà il vero henné è costituito solo da Lawsonia Inermis e dà una colorazione rossa.

Questo l'INCI dell'henné ayurvedico:

Lawsonia Inermis, Emblica officinalis, Sapindus trifoliatus, Acacia concinna, Bacopa monnieri, Eclipta alba, Hedychium Spicatum, Azadirachta indica, Indigofera tinctoria, Citrus aurantium peel.


Tutti e tre i tipi di henné si presentano come polvere fine verde, con un profumo caratteristico, erboso, che a me personalmente piace.



Modo d'uso

Sulla confezione è indicato di: 
1) mescolare la polvere con acqua tiepida,
2) aggiungere mezzo bicchiere di aceto o limone, mescolare e lasciare il tutto ben coperto per 12 ore,
3) applicare su capelli asciutti e puliti
4) tenere in posa per 2-3 ore 
5) risciacquare senza shampoo.

Questo è il procedimento standard, in realtà l'henné può essere preparato in moltissimi modi: con infusi vari al posto dell'acqua, limone al posto dell'aceto, lasciato ossidare più o meno ore, congelandolo e poi scongelandolo per rafforzarne l'effetto tintorio, ecc. Tutto dipende dal colore che si vuole ottenere, se più caldo o freddo o con certi riflessi. C'è veramente moltissimo materiale in rete dove è spiegato tutto nei minimi dettagli e molto meglio di quanto possa spiegare io in un unico post. Per quel che mi riguarda, in genere aggiungo, al posto dell'acqua, infuso di karkadè caldo (o altro infuso color rosso) e l'aceto e lascio ossidare per una notte. Una volta spalmato per benino in testa lo tengo per circa 3 ore e poi sciacquo. Uso sempre il balsamo e a volte anche lo shampoo, ma solo una passata. Unica accortezza è non usare ciotole o cucchiai in metallo quando si prepara l'henné in quanto potrebbe alterarne le proprietà. Io che ho i capelli fino a metà schiena mi trovo bene a preparare circa 150g, ma se mi capita che ne preparo troppo e avanza lo congelo e lo uso la volta successiva.


Cosa ne penso

Ho usato tutti e tre i tipi di henné, anche se mai da soli, ma sempre unendo 2/3 di henné puro (caldo o freddo) e 1/3 di quello ayurvedico. Tra l'henné freddo e quello caldo preferisco il secondo, perché il primo mi scurisce un po' troppo i capelli, ma è ovviamente una questione di gusto. Tutti hanno comunque una qualità ottima, con l'aggiunta di acqua o infuso si crea una crema soffice soffice, senza grumi e facile da applicare e che oltretutto si sciacqua facilmente. I capelli risultano molto morbidi, soffici, leggeri e più spessi, come rinvigoriti. Il colore è un rosso intenso e pieno, non finto e molto naturale, inoltre il profumo è avvolgente e mi piace molto. 
Non so se capita solo a me, ma quando faccio l'henné di Janas mi sento bene anche mentalmente, mi sento più bella e sicura di me e non vedo l'ora di uscire a mostrare i miei bellissimi capelli "nuovi". Insomma, se non si fosse capito, lo consiglio assolutamente! Ovviamente il colore deve piacere, se avete i capelli chiari uscirà un rosso intenso (se molto chiari addirittura color carota) e se non vi piace l'idea dei capelli rossi dovete optare per qualcosa d'altro, ma se siete alla ricerca di un henné di ottima qualità ve lo straconsiglio.

Aggiungo due foto per far capire meglio l'effetto dell'henné, almeno sui miei capelli. La foto post-applicazione si riferisce ai capelli dopo 4 applicazioni di henné. Lo preciso in quanto l'henné tende a stratificarsi, che significa che con applicazioni successive il colore tende ad aggiungersi a quello già presente e a diventare più scuro.



Dove si compra

L'henné di Janas e tutte le sue erbette (ma non solo) si possono trovare o direttamente sul suo sito online (link qui) o via Facebook (qui) (dove potete anche chiederle direttamente consiglio), altrimenti viene distribuito da vari negozi online. Io per esempio l'ho sempre preso da Il giardino di Arianna. Ci sono diversi formati (100g, 500g e 1kg) e il prezzo varia in base al tipo di henné (intorno ai 5€ per 100g).
4 commenti on "review #4: Hennè Le Erbe di Janas"
  1. Me lo segno, prossimamente lo proverò. L'unica cosa è che ho i capelli rossi perchè li tingo dal parrucchiere (io sono castana scura) e uso le maschere coloranti nei mesi di "pausa", per evitare di andarci in continuazione. Ora però ho tanta ricrescita e vedo che anche la maschera colorante dura pochissimo, quindi mi sa che anche l'hennè non avrebbe molto effetto -.- parli di stratificazioni, te ogni quanto lo rifai? Non si toglie con gli shampoo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo dipende dal capello quanto prende o no e non si può prevedere, in ogni caso non dovrebbe scaricare con lo shampoo, se non un pochino. L'unica cosa è che se la differenza di colore tra la parte tinta e la ricrescita è molta c'è rischio che ti rimanga comunque il "bicolore" perché l'henné si "aggiunge" al colore di partenza... Se non sono tanto diversi (tipo tinta rosso rame e castano chiaro) si uniformano meglio che due colori che non c'entrano nulla (tipo tinta rossa e nero), essendo castana scura potrebbe essere che ti rimanga un po' di differenza (ma dipende da che rosso hai) e che ci vogliano più applicazioni per uniformare il colore...Non so se si capisce cosa intendo... :)

      Elimina
    2. Sì, ho capito e mi sa che allora non fa per me :/

      Elimina
    3. potresti provare una volta, magari quando ha poca ricrescita, così l'effetto non è esagerato e se ti piace allora vai avanti a farlo :)

      Elimina

Auto Post Signature

Auto Post  Signature