green cosmetics. beauty tips. more

review #16 Desser à Lèvres Fruit Sushi e Sakura Mochi Neve Cosmetics

26 gennaio 2015
Tra i miei buoni propositi bloggosi di questo 2015 appena cominciato c'è anche quello di parlare un po' più di make-up. Ecco quindi una recensione di due prodottini di cui non avrete mai sentito nè letto recensioni [irony]: i Dessert à Lèvres di Neve Cosmetics. Nello specifico Fruit Sushi e Sakura Mochi, gli unici due che possiedo.






Dal sito di Neve Cosmetics

Dessert à Lèvres è il rossetto inteso come dolcissima coccola di colore per le labbra. La sua formula vegetariana vizia le labbra con un finish cremoso e modulabile. Tanti ingredienti genuini tra cui olii vegetali e soffice burro di Karitè donano protezione e nutrimento alle labbra, mentre il suo delicato aroma di pasticcini rende l'applicazione un'autentica goduria…

Caratteristiche

Entrambi si presentano con un packaging carinissimo, il classico stick dal color lilla, con un simpatico cupcake alla base e il nome del rossetto all'altra estremità. Entrambi sono profumati di dolcetto, profumo che rimane anche una volta messo sulle labbra. Sono morbidi, abbastanza scorrevoli e facili da mettere e non seccano particolarmente le labbra una volta messi. Il colore è, per entrambi, modulabile e dal finish cremoso. Sakura Mochi già con una sola passata è abbastanza coprente mentre Fruit Sushi rimane un po' più sheer. Sono entrambi due prodottini dall'ottimo INCI (come tutti i prodotti Neve d'altronde), vegetariani e cruelty free. 
Questo è l'INCI di Sakura Mochi:
Caprylic/Capric Triglyceride, Bis-Diglyceryl Polyacyladipate-2, Simmondsia Chinensis Oil/Simmondsia Chinensis (jojoba) Seed Oil*, Prunus Amygdalus Dulcis Oil/Prunus Amygdalus Dulcis (sweet Almond) Oil*, Cera Alba/Beeswax, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Copernicia Cerifera Cera/Copernicia Cerifera (carnauba) Wax, Butyrospermum Parkii Butter/Butyrospermum Parkii (shea Butter), Helianthus Annuus Seed Cera/Wax Helianthus Annuus (sunflower) Seed Wax, Helianthus Annuus Seed Oil / Helianthus Annuus (sunflower) Seed Oil, Mica Octyldodecanol. Kaolin, Stearic Acid, Tocopherol, Ethyl Vanillin. +/- May Contain: Ci 77891 (titanium Dioxide), Ci 15850 (red 6, Red 7 Lake), Ci 77491 (iron Oxides), Ci 77492 (iron Oxides), Ci 77742 (manganese Violet), Ci 77499 (iron Oxides).

E questo quello di Fruit Sushi:
Caprylic/Capric Triglyceride, Bis-Diglyceryl Polyacyladipate-2, Simmondsia Chinensis Oil/Simmondsia Chinensis (jojoba) Seed Oil*, Prunus Amygdalus Dulcis Oil/Prunus Amygdalus Dulcis (sweet Almond) Oil*, Cera Alba/Beeswax, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Copernicia Cerifera Cera/Copernicia Cerifera (carnauba) Wax, Butyrospermum Parkii Butter/Butyrospermum Parkii (shea Butter), Helianthus Annuus Seed Cera/Wax Helianthus Annuus (sunflower) Seed Wax, Helianthus Annuus Seed Oil / Helianthus Annuus (sunflower) Seed Oil, Mica Octyldodecanol, Kaolin, Stearic Acid, Tocopherol, Ethyl Vanillin. +/- May Contain: Ci 77891 (titanium Dioxide), Ci 77492 (iron Oxides), Ci 15850 (red 6, Red 7 Lake), Ci 45410 (red 27 Lake).

L'INCI è essenzialmente lo stesso, cambiano solo i coloranti. Entrambi contengono principi idratanti e nutritivi come l'olio di jojoba, quello di mandorle dolci e burro di karitè.

Sakura Mochi


Fruit Sushi

Cosa ne penso

Ammetto che li ho presi principalmente per il nome. Adoro infatti il Giappone e ogni cosa che me lo ricorda anche solo vagamente finisce inesorabilmente a casa con me (si, lo so, sono pessima!). Dopo l'uscita della prima serie di Dessert à Lèvres sono stata indecisissima se prendere Fruit Sushi, non essendo proprio un colore nelle mie corde, in quanto io preferisco colori piu freddi e meno, scusate il neologismo, sparaflashosi. Su Sakura Mochi invece non ho avuto dubbi essendo proprio il mio colore e l'ho acquistato appena uscito. 

[Apro un inciso. Per chi non lo sapesse il sakura mochi è un dolcetto giapponese a base di farina di riso glutinoso colorato di rosa con ripieno di marmellata di azuki, una varietà di fagioli rossi. Io amo i mochi, li adoro in ogni gusto e durante i miei due viaggi in Giappone ne ho mangiati a tonnellate (quello a base di fagioli rossi, anche se non rosa, era parte della mia colazione insieme al matcha latte), anche se il mio preferito è quello al tè verde. Purtoppo qui in Italia è difficile trovarne di veramente buoni, sembrano tutti abbastanza chimici, ma se doveste vederli in qualche ristorante giappo vi consiglio assolutamente di provarli *bava alla bocca stile Homer Simpson...*]

Questi sono gli swatch sul mio braccio cadaverico:
due passate di ciascuno, luce naturale non diretta

Come vedete, anche se mi rendo conto che la qualità dello swatch non sia delle più eccelse, sono colori decisamente diversi. Sakura Mochi è descritto come "rosa scuro freddo dal sottotono malva". Concordo sul rosa scuro, ma sinceramente il malva non lo vedo. Ci vedo invece una punta di blu e una volta sulle labbra sembra quasi esca fuori addirittura del rosso.
Fruit Sushi, invece, viene descritto come "rosa corallo acceso per labbra fresche e vivaci". Concordo abbastanza con la descrizione di Neve, è infatti un colore molto particolare: è un rosa decisamente vivace con una punta di corallo anche se io ci vedo anche una punta di blu. Mi raccomando, prendete con le pinze le mie descrizioni di colori, non credo di esserci molto portata, eheh!

Ho provato a fare qualche foto per darvi l'idea di come appaiono sulle mie labbra. Ho fatto 2-3 passate e sotto ho messo solo il balsamo labbra di Biofficina Toscana (è trasparente e opaco, l'ho messo giusto per idratae un pochino le mie labbra perennemente secche). Sulle mie labbra Sakura Mochi tira fuori una puntina di rosso che sul braccio non si nota, mentre di Fruit Sushi viene esaltato il rosa che ha al suo interno, mantenendo comunque il richiamo al corallo, benchè delicato (per fortuna, perchè i colori caldi non mi stanno particolarmente bene...).

Sakura Mochi, luce naturale
Fruit Sushi, luce naturale

Entrambi hanno un finish cremoso, non lasciano quindi le labbra troppo lucide ma non sono neanche opachi. Tra i due Sakura Mochi è sicuramente più opaco. Sono facili da mettere, essendo abbastanza scorrevoli, e sono molto modulabili: rimangono discreti con una sola passata leggera ma si prestano anche a più passate per rafforzare il colore. Tra i due trovo che per Sakura Mochi una passata possa essere più che sufficiente (ne faccio di più solo quando voglio intensificare il colore), mentre Fruit Sushi ha bisogno di più passate per esprimersi al meglio, almeno sulle mie labbra abbastanza pigmentate di loro. Ho notato però che se si fanno troppi strati Fruit Sushi tende a lasciare dei residui "lattiginosi", cosa che non noto con Sakura Mochi. Per rendere un po' più freddo Fruit Sushi mi piace molto usarlo con sotto la pastello Ballerina, sempre di Neve Cosmetics, mentre sotto Sakura Mochi non metto mai nulla perché è perfetto così.
Entrambi sono abbastanza idratanti, anche se non quanto mi aspettassi, infatti dopo un'oretta comincio ad avere bisogno di un burro cacao. Devo però dire che io ho le labbra perennemente secche e bisognose di idratazione, soprattutto adesso che è inverno, per cui credo di essere un caso particolare. Trovo comunque Sakura Mochi leggermente più idratante.
La durata non è delle migliori, ma me lo aspetto dato il buon INCI e il finish cremoso. Su di me che non dura mai niente resistono per circa 2 orette, a volte anche qualcosa di più se ci sto attenta. Ovviamente non superano un pasto.


Ho cercato poi di confrontare Sakura Mochi con altri rossetti simili che ho.

una passata, luce naturale non diretta

Il Kiko 612 è più opaco, più caldo e più spento. Il 408 di Pupa è leggermene più chiaro e leggermente più caldo e tendente rosso, ha però lo stesso finish cremoso. L'unlimited stylo 02 di Kiko mi sembra l'equivalente matte del 408 di Pupa, leggermente tendente più al rosa, per cui vale quello che ho già scritto. La pastello Amore è leggermente più aranciata e più opaca. Riassumendo, Sakura Mochi è tra questi quello con più blu al suo interno e il più freddo tra tutti, nonchè il più scuro.

Purtroppo non avevo nulla da confrontare con Fruit Sushi, neanche lontanamente.


Concludendo, Sakura Mochi è diventato il mio rossetto del cuore. Lo metto spessissimo e lo considero un MLBB leggermente più scuro. È abbinabile a praticamente tutti i trucchi che faccio, anche se lo prediligo quando mi trucco sui toni di rosa/marrone (Entropy di Nabla per esempio). Fruit Sushi non lo metto così spesso, ma lo uso quando voglio dare quel tocco di colore e luce in più, è un colore decisamente primaverile. Questo lo abbino in genere a make up occhi più neutri (della serie Naked Basics a go go) ma anche a quelli un po' più scuri, ma comunque neutri. 
Sono sicuramente dei buoni prodotti e a chi è attento all'INCI li consiglio vivamente, un po' meno per chi cerca rossetti a lunga durata o particolarmente performanti. L'intera serie ha poi colori particolari e interessanti, per cui vale la pena sicuramente dar loro una possibilità.

Dove

Il prezzo lo trovo un po' altino per quello che offrono (11,90€ per 4mL) ma si fanno perdonare per l'INCI, il packaging e i colori non convenzionali. Sono inoltre facilmente reperibili, li trovate praticamente in tutti gli store di cosmesi ecobio (Sakura Mochi per esempio l'ho acquistato da MioBio Shop) o direttamente sul sito di Neve Cosmetics.



E questo è quanto. Immagino avrete già visto e stravisto recensioni e swatch di questi due prodottini, ce ne è qualcuno che vi attira particolarmente? O anche qualche altro colore che vale la pena avere? Fatemelo sapere nei commenti, mi raccomando ^_^

26 commenti on "review #16 Desser à Lèvres Fruit Sushi e Sakura Mochi Neve Cosmetics"
  1. Sakura Mochi è davvero una gran bella tonalità. Il finish di entrambi ahimé non mi fa impazzire, sono una matteinomane (??). Tra i tanti Dessert à Levrès credo che il mio preferito sia Panna Cotta, anche se in realtà non ho mai avuto il piacere di provarlo. Review dettagliatissima come sempre ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io preferisco i finish matte, ma ahimè ho le labbra perennemente secche per cui non mi ci trovo benissimo, questi sono decisamente più confortevoli :)

      Elimina
  2. Punto Sakura mochi da un pezzo, prima o poi riuscirò a prenderlo! Amo la pastello amore e trovo che questi colori tranquilli ma non smorti siano portabilissimi per tutti i giorni. Fruit sushi invece non me lo vedo, mi incuriosisce di più strawberry standae :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, io ho praticamente solo colori tranquilli ma non smorti!
      Strawberry sundae mi attirava anche a me ma visto dal vivo era troppo acceso, per cui ho lasciato perdere... :)

      Elimina
  3. Ciao, ho proprio intenzione di prendere sakura mochi, mi incuriosiva tantissimo quando è uscito, ma da alcuni swatches che avevo visto in rete il colore sembrava davvero troppo scuro. Avendo in casa il 408 di pupa mi sono potuta fare un'idea :) grazie, recensione molto utile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego! Felice di averti dato una mano :)

      Elimina
  4. Io ho solo Fruit Sushi e non mi piace affatto, so che era un po' il fratellino sfigato di tutto il primo batch però è secco e anche un po' poco coprente :/
    Parlando invece di Mochi anche io li adoro, anche se la mia colazione era a base di Dango** Da quando li ho fatti in casa sarà dura tornare a quelli confezionati, per fortuna ho della marmellata di Azuki congelata in freezer*^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non li ho mai mangiati i dango?! Li ho sempre visti in giro ma non mi hanno mai attirato più di tanto... che voglia di tornare in giappone! T^T

      Elimina
  5. Sakura Mochi è veramente carino, anche se ho un sacco di rossetti rosa è sempre quello che mi ispira di più tra tutti i Dessert aLevres *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, il colore è proprio bello, appena l'ho visto ho proprio pensato "deve essere mio!" :)

      Elimina
  6. belli gli swhatches comparativi, sakura mochi mi manca, ma di rossetti adesso ne ho davvero diversi è bene che resista, per il resto concordo con la tua recensione. ciao Bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah, ma non se ne hanno mai abbastanza! ^^

      Elimina
  7. sakura mochi è l'unico che possiedo..a me piace molto come consistenza, profumazione (da sniffare) e come colore..concordo che non dura per il pasto, ma comunque dura diverse ore! Credo ne comprerò altri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me che uso colori abbastanza tranquilli non ne ho altri che vorrei acquistare (per ora, eheh), ma ammetto che ci sono altri colori molto interessanti :)

      Elimina
  8. Ho un solo rossetto Neve e non mi piace, è Plum Cake. Mai pensato di allargare la famiglia :D

    RispondiElimina
  9. Sakura Mochi ce l'ho anche io e lo trovo portabilissimo durante il giorno (sono una che ama i colori sgargianti sulle labbra quindi lui è piuttosto "tranquillo"). Fruit Sushi rientra nella mia wishlist *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si, è decisamente portabilissimo, ma non banale ;-)

      Elimina
  10. Non ho preso Fruit Sushi per il motivo che hai detto te, i colori troppo accesi non mi piacciono. Per ora ho preso Crepe Suzette, Chocolate Eclair (che mi piace da morire) e Pink Donut che mi sembra più secco degli altri due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chocolate eclair è un bellissimo colore, però temo che su di me non stia per niente bene..

      Elimina
  11. Sakura mochi mi piace tantissimo *__* E' quello che mi ha colpito subito fin dal CS!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me, tra tutti è quello più affine ai miei gusti :)

      Elimina
  12. anche io adoro Sakura Mochi e lo uso tantissimo *_* l'unica cosa è che con mia somma gioia a me questi rossetti durano molto di più di quello che immaginavo inizialmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beata te! io ho il problema che mi dura tutto poco, più che altro perché è un continuo mangiucchiarmi le labbra e mi si seccano alla velocità della luce… :/

      Elimina
  13. Sakura Mochi mi tanta da quando è uscito T_T devo per forza prenderlo prima o poI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono per il prima e non il poi, eheh! Magari adesso trovi ancora qualche offerta su qualche negozietto online :D

      Elimina

Auto Post Signature

Auto Post  Signature