green cosmetics. beauty tips. more

Tag# La profumeria ideale

8 luglio 2015
Ciao ragazze!  ⌒°(❛ᴗ❛)°⌒
Con l'estate che incombe e il caldo opprimente [ma le vacanze ancora lontane...] ho pensato che fosse il caso di cominciare a recuperare i diecimila tag in cui sono stata chiamata in causa. 
Oggi comincio con questo bel tag ideato da Il Mio Beauty. Niente prodotti nuovi o wishlist [per quelle c'è sempre tempo!], ma parliamo di qualcosa che solitamente si tralascia o si dà per scontato: la nostra profumeria ideale. Come vorremmo che fosse, come dovrebbero essere le commesse e tutto quel corollario che vorremmo trovarci quando andiamo a fare shopping makeupposo?
Io sono stata taggata dalla pesciolina Ariel [grazie cara!] e sono proprio contenta di parteciparvi, è un tag non banale e credo che possa essere un buon modo per capire in che direzione si sta muovendo il mondo dei consumatori e come un venditore può offrire la migliore esperienza possibile.

foto presa dal post originale



Queste le regole:
  1. citare Il mio Beauty
  2. taggare 3 persone

Ma partiamo con le domande:

Quando entri in profumeria vuoi essere subito accolta dal personale e guidata nella tua visita o preferisci gironzolare indisturbata ed eventualmente essere poi tu a chiamare, se hai bisogno di aiuto?

Senza dubbio la seconda opzione, ho bisogno di dare un occhio a tutto con calma da sola per essere sicura poi dell'acquisto che farò, e soprattutto senza l'incombente presenza di creature armate di pennelli e tester che non vedono l'ora che io abbassi la guardia per propormi qualcosa.

Preferisci che il personale ti dia del tu o del lei?

È indifferente, va bene sia che mi diano del tu o del lei. Se mi danno del tu si rafforza la mia idea di sembrare ancora una ragazzina, se mi danno del lei non mi sento vecchia ma lo vedo più come un segno di rispetto.


Quali sono le capacità e le competenze che un addetto alle vendite in profumeria deve avere secondo te?

In primis deve conoscere i prodotti presenti in negozio, non potrei mai fidarmi di qualcuno che non ha idea dei prodotti in vendita. Mi aspetto anche che a seguito di una mia richiesta si dimostri disponibile e perché no, mi dia anche dei consigli ragionati, che non risponda semplicemente in modo automatico alla mia domanda e basta. Vorrei anche che fosse onesta, se un rossetto mi sta male o un fondotinta non è del colore giusto mi aspetto che me lo dica.


A livello espositivo come ti piacerebbe fosse organizzata la merce in profumeria?

Eh, bella domanda. Diciamo che dipende molto da cosa ho bisogno. Se ho in mente un prodotto ben preciso da acquistare mi piacerebbe che il negozio sia organizzato per brand, permettendomi di andare direttamente dove mi serve. Se invece non so su cosa orientarmi, forse preferirei un'organizzazione per tipo di prodotto, quindi uno stand di rossetti, uno di ombretti e così via. Forse una via di mezzo sarebbe l'ideale. 
Cosa che però vorrei sicuramente è che ci sia tutto esposto. Mi è capitato più volte di dover chiedere di un determinato prodotto perché non esposto e nascosto nell'ultimo cassettino accessibile. Stessa cosa per i colori, se sto cercando, per esempio, un fondotinta vorrei poter vedere l'intera gamma di colori, non dover chiedere puntualmente dove è quello più chiaro. Inutile dire che l'ideale sarebbe anche avere i tester in primo piano.


Quanto sono importanti i campioncini? Ove per campioncini in questo caso intendo una jar con un po’ di quel prodotto che vorrei acquistare, ma non sono ancora sicura…

Importantissimi, ho evitato di sprecare parecchi soldi grazie ai campioncini. Purtroppo spesso capita che le commesse ti guardino come l'accatona di turno quando chiedi di poter provare un prodotto a casa. Nella mia profumeria ideale questo dovrebbe essere una consuetudine: se non mi vedi tanto sicura con un prodotto o un colore, allora dovresti offrirmi di poterlo provare con calma a casa. Se mi piace stai tranquilla che tornerò.


Quanto è importante per te che un tester venga pulito prima che il cliente lo indossi?

Ehm, c'è da porsi la domanda? Davvero, c'è qualcuno che non pulisci i tester? Se è così ditemelo che evito di mettere piede in quel posto.

Cosa ti aspetti da una shopping experience in profumeria? Cosa ti conquista e ti invoglia a tornare in una profumeria piuttosto che in un’altra?

Quando entro in profumeria devo essere tranquilla, niente corse. Per cui la prima cosa che mi spinge a tornare è il personale, se il personale si è mostrato capace e non troppo puntato solo alla vendita e insistente è una cosa che apprezzo molto e sicuramente mi spinge a tornarci. Altra cosa fondamentale è la fornitura, sia in termini di brand che tipo di prodotto che di quantità. In profumeria entro solo se mi serve qualcosa e andrò, mezzi di trasporto permettendo, sempre da quella più fornita, dove avrò più scelta e sono sicura che quando avrò trovato quello di cui ho bisogno non dovrò sentirmi dire "mi spiace, di quel colore l'abbiamo finito!" 

Preferisci andare fisicamente in profumeria o fare i tuoi acquisti online? In entrambi i casi, spiega perché preferisci una alternativa all’altra.

On-line, tutta la vita! Compro tutto online e se fosse per me farei pure la spesa settimanale. Il motivo è semplice: mi piace scegliere con calma e non avere nessuno che anche solo guardandomi mi fa fretta. In negozio non posso riguardarmi un prodotto, leggerne le caratteristiche più volte, saltare da una recensione ad un'altra, a meno che non voglia starci delle ore. On-line invece posso farlo tranquillamente [con in più il bonus della comodità del divano!]. L'unico motivo per cui necessito di una profumeria fisica è quando devo scegliere fondotinta e/o correttore. In questi casi la classica swatchata in negozio è da fare.

Ritieni importante la presenza di una fidelity card nella profumeria da te scelta? Quali benefit o servizi aggiunti vorresti avere oltre agli sconti e alle promo periodiche?

Sicuramente è un ottimo incentivo per tornare in quel dato negozio, soprattutto se la carta prevede anche sconti. Non è però necessario che ci sia per far sì che io scelga una certa profumeria piuttosto che un'altra. Una cosa che però mi piacerebbe avere associata alla carta è la possibilità di partecipare a eventi, intesi come sessioni di trucco, presentazioni di nuovi prodotti particolari o simili.


Da 1 a 10 quanto trovi preparato il personale di vendita nelle profumerie che frequenti?

Premettendo che la profumeria "tradizionale" che frequento di più è Sephora, perché più comoda logisticamente e perché tiene parecchi brand che mi interessano, mi viene difficile generalizzare sul personale di vendita. Può capitarmi, come l'ultima volta, una ragazza bravissima che mi ha spiegato tutto e aiutato a trovare la colorazione perfetta del fondotinta, come può capitarmi la ragazza a cui chiedo dove è un certo prodotto (che so esserci) e che non sa neppure dove cercare. 
Discorso a parte per realtà più piccole, che vivo soprattutto per la sezione bio, dove in genere la persona che gestisce il negozio è anche quella che si occupa della vendita, della scelta dei prodotti e è solitamente ben preparata e appassionata al lavoro che fa.


Bonus

Aggiungi le ulteriori tue osservazioni che ritieni importanti e che non sono state rilevate dalle domande precedenti.

Devo ammettere che mi viene difficile trovare qualche argomento non trattato. L'unica cosa che mi viene in mente è legata al fatto che talvolta (anzi, spesso direi!) non vengono introdotti tutti i prodotti facenti parte di una certa collezione, ma solo certe colorazioni. Probabilmente è una scelta che avviene ai piani alti, per cui in Italia certe colorazioni non si vedranno mai, però mi pare un dato di fatto che ormai la nostra società non è più generalizzabile a quei 3 colori "tipici". Secondo me ci sarebbe solo di guadagnato ad avere più scelta.

E questo è quanto, voi che ne pensate? Siete come me compratrici compulsive online o amate ancora recarvi in profumeria a cospargervi il braccio di swatch colorati?

Dimenticavo! Le taggate sono: Siza, Sara di Recensioni Cosmetiche e Caterina di Another Blog in the Wall.

♡✧( ु•⌄• )
13 commenti on "Tag# La profumeria ideale"
  1. Bellissimo tag, pure io amo acquistare on line perchè ci perdo delle ore intere a guardare e riguardare i vari prodotti, leggere e rileggere! e poi quando arriva il pacco è sempre un'emozione *-* ovvio che il negozio fisico è molto più comodo per il make up oppure se vuoi toccare con mano il prodotto che vuoi acquistare. E' anche difficile trovare una profumeria perfetta, le commesse sono spesso troppo invadenti o ti stanno li a fissare e risulta difficile comprare con calma e senza fretta (parlo della mia realtà ovviamente, poi non so come sia in altri posti) .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, aprire il pacco è il momento più bello! ^.^

      Elimina
  2. Bel tag! per me la profumeria è un antistress, mi piace essere seguita, ma solo su mia richiesta e prediligo il Tu, trovo che aumenti il senso di complicità tra il cliente e l'addetta alla vendita. Non mi piace che ti vuole vendere tanto per fare o per rifilarti il prodotto da spingere, ma chi ti sa veramente orientare nelle scelte e adoro i campioncini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio antistress invece è riempire carrelli virtuali per giorni e giorni, ahahah! XD

      Elimina
  3. Aah, i campioncini! Questi sconosciutissimi dalle mie parti. Se provi a chiedere sicuramente non ce l'hanno, o meglio, non vogliono proprio dartene. Ma alla fine se ci pensi ci perdono loro: se il campioncino è di mio gradimento sono pronta a ritornare in profumeria per comprarne la full size. Mai accaduto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anche dalle mie parti ti guardano come se volessi fregarli... Solo una volta, alla sephora di Milano centrale, la commessa mi ha offerto un campioncino senza che io le chiedessi niente... Prima e unica volta :/

      Elimina
  4. Interessanti risposte! Su molte mi trovo d’accordissimo con te :) …altre le vedo come dei miraggi impossibili…i tester, i campioncini…ahhhh!

    Condivido sulla fidelity card che dovrebbero esserci più cose legate a questa e non semplicemente che se ci spendo più soldi mi dai più attenzioni in base al colore di tessera che ho….<<

    Grazie per il tag…spero di riuscire a rispondere in tempi umani :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tester li vedi come dei miraggi? No dai, voglio pensare che sia prassi pulirli! :/

      Elimina
  5. Concordo con te sul fatto che spesso non si introducono qui in Italia tutte le colorazioni di una collezione e non mi spiego il perché! Più scelta equivarrebbe a maggiore possibilità di acquisto...
    Grazie per avere partecipato al tag <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo tag! Grazie a te per averlo pensato :)

      Elimina

Auto Post Signature

Auto Post  Signature