green cosmetics. beauty tips. more

random stuff #3 i miei scrub viso e corpo

13 marzo 2016
Scrub, questo sconosciuto. Se penso che solo due anni fa non sapevo minimamente della sua esistenza mentre ora lo uso praticamente un giorno sì e l'altro pure mi viene da sorridere. Proprio da qui nasce questo post che altro non vuole essere che una sorta di riassunto degli scrub che ho usato/sto usando [vi sorprenderà sapere che ne ho ben 5 aperti!] con informazioni di minima e confronti così che possiate, nel caso foste in procinto di acquistarne uno, sapere quale fa al caso vostro.


Che poi, scrub che significa? A me viene subito in mente il nome di un simpatico cagnolino dal muso schiacciato. Vieni qui Scrub che ti dò un biscottino! 
Letteralmente scrub in inglese significa "sfregare, strofinare" (e anche altre cose tipo "camice" e "macchia", ma vabbè...) e infatti, se andiamo a vedere sulla cara e vecchia Wikipedia:
Gommage o scrub o scrubbing è un termine della lingua inglese utilizzato per indicare un tipo di trattamento estetico che interessa per lo più il viso e finalizzato alla esfoliazione dell'epidermide. Consiste in sostanza nella rimozione di quello strato superficiale di cellule morte e sporcizia che viene ad accumularsi col tempo sulla pelle. Esso favorisce pertanto l'ossigenazione dei tessuti, il rinnovamento della cute e previene il cosiddetto “incarnimento” dei peli. [...] Lo scrub viene considerato un esfoliante di tipo meccanico, al suo interno contiene sostanze quali sali o polveri o gherigli di semi che effettuano un'esfoliazione (eliminazione delle cellule morte dello strato corneo) meccanica. Infatti il prodotto applicato sul viso e massaggiato, permette la desquamazione di queste cellule, apportando maggior luminosità al viso e permettendo una migliore penetrazione delle sostanze cosmetiche applicate successivamente.

In poche parole, lo scrub è quel qualcosa che se strofinato aiuta a rimuovere le cellule morte e permette una pulizia più profonda rispetto ai detergenti classici, disintossicando la cute da inquinanti vari e riducendo, di conseguenza, impurità e imperfezioni. A differenza di quello che dice la cara Wiki, esistono scrub per il viso ma anche per il corpo (e per le labbra, ma data la mia scarsa costanza da quel punto di vista è meglio che non ve ne parli..). E, almeno nel mio caso, in base alla destinazione d'uso cerco proprietà ben precise visto che la pelle del viso e quella del corpo hanno esigenze ben diverse. 


Scrub viso

Per me passare frequentemente uno scrub sul viso è utilissimo per mantenere una bella pelle. La mia è tendente alle imperfezioni ma comunque abbastanza delicata per cui non posso affidarmi a scrub troppo aggressivi, ma allo stesso tempo devono svolgere la loro azione favorendo il ricambio cellulare e la circolazione. Secondo la mia ormai rodata routine li utilizzo ogni due giorni e, devo dirvi, la pelle appare decisamente migliorata. Quelli che vi mostro ora sono gli scrub che sto usando tutt'ora, alternandoli in base alle esigenze.

Esfoliante viso purificante ~ Delidea bio

È il primo scrub che ho utilizzato dopo il classico zucchero e miele che su di me risultava un po' troppo aggressivo (per chi non lo sapesse una ricetta facile facile per ottenere uno scrub in casa è prendere un cucchiaino di zucchero e del miele, mischiare e voilà, scrub pronto!). Contiene estratti di mela verde e limone ed è quindi indicato per pelli tendente a imperfezioni. I granelli sono di bamboo e sono proprio piccini, relativamente morbidi, immersi in una sorta di gel dal profumo fresco e delicato. È uno scrub molto delicato, ma che lascia comunque la pelle bella liscia e morbida. Non apporta nutrimento o idratazione, quando lo uso non ho infatti la sensazione di pelle nutrita, ma neanche che tira, indicando che appunto è delicato. Ha un ottimo rapporto qualità prezzo essendo decisamente poco costoso ma comunque di buona qualità. Diciamo che è uno scrub che forse non stuzzica molto a livello di profumazione o texture, ma è comunque un ottimo scrub delicato, adatto a mio avviso a chi ha bisogno di qualcosa di delicato ma che porti a un minimo di esfoliazione.
Lo scrub è contenuto in un comodo tubetto di plastica morbida che bisogna schiacciare per far uscire il prodotto. Molto molto comodo.

INCI: Aqua, Caprylyl Capryl Glucoside, Glycerin, Coco-glucoside, Bambusa arundinacea stem extract, Dehydroxanthan gum, Citrus limon fruit water*, Pyrus malus fruit water, Phyllostachis bambusoides leaf extract*, Hydrolyzed moringa oleifera seed extract, Lactic acid, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Parfum° * Ingredienti biologici °da oli essenziali naturali
€€€: circa 6€ per 150mL
Reperibilita: Tigotà, Oviesse, Il Giardino di Arianna, EccoVerde

 

Scrub viso ai frutti rossi ~ Biofficina Toscana

Con questo scrub si passa invece a qualcosa di decisamente più goloso. Sfido chiunque l'abbia acquistato a non dire che uno dei punti decisivi è stata proprio la profumazione. Lo dico subito così le più curiose si mettono il cuore in pace, il profumo c'è e grida prendimi! Ricorda proprio i frutti rossi e quando lo passate sul viso sembra di spalmarsi proprio una crema alla fragola, buonissimo. È una vera e propria coccola olfattiva. 
Passando al prodotto in sé, l'azione esfoliante è possibile grazie a microgranuli di lampone e ribes nero che una volta a contatto con il viso si vanno quasi a fondere con la parte più morbida del prodotto. A differenza dello scrub Delidea, è un po' più ricco, quasi nutriente, e anche come texture assomiglia più a una mousse-crema e non ad un gel. Il potere esfoliante è pari a quello precedente, è presente ma rimane comunque delicato. La presenza di attivi quali Rubiox®, l'olio di oliva e l'estratto di fiori di passiflora fanno però sì che la pelle dopo l'uso rimanga sì liscia (come dopo ogni scrub) ma anche leggermente nutrita, non al pari di mettere la crema, ovviamente, ma si sente che c'è qualcosa in più. Ammetto che da quando l'ho lo utilizzerei sempre, ma per terminare quello Delidea preferisco alternarlo usandolo una volta si è una no prima della maschera viso che faccio all'incirca ogni 4 giorni.
Il packaging è a barattolo a bocca larga, a mio avviso più scomodo rispetto a quello a tubetto di Delidea. In genere non mi piace pucciare le dita per prelevare il prodotto, soprattutto per una questione di igiene. 


INCIAqua [Water], Ethylhexyl palmitate, Caprylic/capric triglyceride, Ribes nigrum fruit, Rubus idaeus (Raspberry) seed powder, Cetearyl alcohol, Glyceryl stearate, Myristyl myristate, Glycerin, Cetearyl glucoside, Sorbitan olivate, Olea europaea (Olive) fruit oil*, Squalane, Morus nigra fruit extract*, Vaccinium myrtillus (Myrtle) fruit extract*, Ribes nigrum (Black currant) fruit extract*, Ribes uva-crispa fruit extract*, Mentha piperita (Peppermint) extract*, Passiflora incarnata flower extract*, Citrus medica limonum (Lemon) peel extract*, Mannitol, Urea, Betaine, Parfum [Fragrance], Benzyl alcohol, Phenethyl alcohol, Propanediol, Xanthan gum, Undecyl alcohol, Benzoic acid, Dehydroacetic acid, Tetrasodium glutamate diacetate, Tocopherol. *da agricoltura biologica
€€€: circa 14€ per 100g
Reperibilita: reperibile in moltissimi e-store online e bioprofumerie, come Il Giardino di Arianna, EcoCose, Cuccioli d'Uomo, EccoVerde, per citarne alcuni


Il mare addosso: Mari della Grecia ~ Volga Cosmetica

Termino la sezione dei miei scrub viso con un prodotto a metà da diversi punti di vista. Prodotto che funge sia da scrub che da detergente, ha destato parecchio interesse da quando è uscito e, ammetto, non sono stata immune neppure io andando ad accaparrarmene ben 3. Uno di questi ho deciso di dedicarlo al viso, in particolare quello chiamato "Mari della Grecia", contenente argilla pensando che proprio la presenza di quest'ingrediente potesse aiutare la mia pelle tendente al misto. Come consistenza è diversa dai precedenti, rimanendo abbastanza liquido con dei granellini, in questo caso è sale, leggermente più grossi ma non eccessivamente. Quando lo si mette sul viso questa consistenza più liquida fa sì che il sale di vada parzialmente a fondere e a sciogliere tanto che la sensazione è quella di spalmare una crema molto fluida con granelli al suo interno. L'azione esfoliante è leggermente maggiore rispetto ai due scrub precedenti, tanto che io lo utilizzo in quelle giornate in cui non prevedo di usare una maschera purificante o quando sento che la mia pelle ha bisogno di una marcia in più. Nonostante sia un po' più forte rispetto agli altri non ho comunque notato bruciori o arrossamenti dopo l'uso, anzi, mi piace molto perché la pelle appare più pulita e luminosa. State attente però se avete taglietti o altro sul viso, con il sale quelli bruciano!
La profumazione da descrizione è salmastra, il che non è molto invitante, soprattutto insieme al colore beige-fanghetto diluito, nella realtà è invece abbastanza delicata e fresca. 
Come lo scrub di Biofficina Toscana, la confezione è a barattolo a bocca larga con tappo a vite.

INCI: maris sal, prunus amygdalus dulcis oil, olea europaea oil, helianthus annuus seed oil, solum fullonum, aqua, zinc coceth sulfate, disodium laureth sulfosuccinate, sodium lauryl sulfoacetate, cocamidopropilbetaine, alga nori, mica, simmondsia chinensis oil, argania spinosa seed oil, parfum
€€€: 3,50€ per 100mL, 13,99€ per 500mL
Reperibilita: cosm-etica.eu, BioBalù


Scrub corpo

Gli scrub corpo, a differenza di quelli per il viso, li vedo invece più come una coccola, non essendo un passaggio che faccio sempre. In generale li passo una volta a settimana per favorire, anche in questo caso, la rimozione delle cellule morte, ma, come dicevo, non è un passaggio fondamentale come quello del viso. Nella mia carriera da scrubbatrice anonima ne ho usati tre, di cui due sono ancora in uso e sono arrivata alla conclusione che il mio scrub ideale debba avere: ottima profumazione, facilità di utilizzo e apportare un minimo di nutrimento, benché non sia una classica prerogativa di uno scrub.

Il mare addosso: Mari Tropicali ~ Volga Cosmetica

Come vi dicevo questo prodotto è un po' una via di mezzo proprio perché lo utilizzo anche per il corpo. Per la precisione, tra i tre che ho acquistato ora sto usando quello fiorito, dal buonissimo profumo fresco e di un bel colore azzurrino. A differenza di quello all'argilla, questo lo trovo leggermente più acquoso, benché a livello di prestazioni sia paragonabile. Garantisce un'esfoliazione che per la mia pellaccia classificherei come media (sul corpo pure la grattugia mi fa un baffo) rimanendo comunque delicato. Lascia la pelle liscia, ma non aggiunge nient'altro in termini di nutrizione o idratazione.
Se con gli scrub viso non faccio molto caso a come siano "impacchettati", anche se preferisco i tubetti, per il corpo il discorso è un po' diverso: sotto la doccia avere qualcosa che stia fermo e permetta di essere facilmente applicato è decisamente utile ed evita che si sprechi del prodotto. Purtroppo non è il caso di questo scrub che, essendo abbastanza liquido, fa sì che quando lo si prende con le dita dal barattolo e si comincia a spalmarlo parte del prodotto cada, sprecandone una buona parte. Una volta sulla pelle però si fa spalmare bene e non se ne spreca.
Tutto sommato è un prodotto che mi piace e che uso volentieri, benché non lo trovi il mio ideale.

INCI: maris sal, prunus amygdalus dulcis oil, olea europaea oil, helianthus annuus seed oil, aqua, zinc coceth sulfate, disodium laureth sulfosuccinate, sodium lauryl sulfoacetate, cocamidopropilbetaine, alga nori, mica, simmondsia chinensis oil, argania spinosa seed oil, parfum
€€: 3,50€ per 100mL, 13,99€ per 500mL
Reperibilita: cosm-etica.eu, BioBalù


 Olio solido scrub ~ Il Calderone di Gaia

Questo è stato il primo scrub per il corpo che abbia  mai provato, quando ancora pensavo fosse un tipo di prodotto che non facesse per me. A differenza degli altri è essenzialmente un panetto, solido appunto, a base di olii e burri in cui sono immersi semi di papavero. Questo lo rende molto maneggevole e facile da spalmare anche sotto la doccia, molto molto comodo. Si consuma con l'uso come farebbe una saponetta. L'azione esfoliante è delicata ma comunque presente e il tutto risulta poco aggressivo sia per il fatto che i granellini sono proprio piccini, ma soprattutto perché il panetto in cui sono immersi è un concentrato di burro e olii, in primis di cacao e di karité, il che lo rende bello nutriente ed idratante. 
Questo brand offre parecchie profumazioni, la mia preferita è quella cocco e vaniglia, molto dolce, una coccola che da sola vale l'acquisto. Finita la doccia la profumazione rimane anche per anche un giorno intero come pure la pelle morbida, tanto che è praticamente inutile passare anche una crema o un olio.
Se vi interessa avere qualche dettaglio in più, potete sempre riesumarne la recensione qui, se invece l'avete già letta saprete che mi è piaciuto parecchio. 

INCI: theobroma cacao seed butter*, butyrospermum parkii butter, stearic acid, cocos nucifera oil, papaver rhoeas L., sodium lauryl sulfate, parfum, tocopherol, limonene, hexyl cinnamal, coumarin, benzyl benzoate, anise alcohol, benzyl alcohol *da agricoltura biologica
€€€: 10,90€ per 100g
Reperibilita: ilcalderonedigaia.it, Il Giardino di Arianna, Cuccioli d'Uomo, EcoBelli e altri store online


Scrub ai burri vegetali e Melissa ~ Biofficina Toscana

È il più corposo dei tre, è ricco e nutriente. La sensazione che si ha quando si spalma è quella di spalmarsi una bella manciata di Nutella talmente è "grasso" e morbido, con l'aggiunta granellini. Il potere scrubbante è leggero, proprio perché prevale il fattore nutriente ma comunque presente, il che lo rende molto delicato. La nutrizione che apporta è decisamente superiore a quella già ottenibile con lo scrub de Il Calderone di Gaia, ed è sicuramente indicato per le pelli molto molto secche. Contiene infatti al suo interno parecchi olii (tra cui olio di sesamo, olio d'oliva, olio di vinaccioli e burro di karité), mentre l'azione esfoliante è mediata da granellini di sale. Cosa interessante, ma che però può non piacere a tutti, è che non si riesce a togliere del tutto la componente oleosa dalla pelle e vi rimane per un po' anche dopo la doccia. Io diciamo che apprezzo questa cosa in base al periodo, a volte desidero essere burrosa altre volte preferisco invece la freschezza e avere addosso quella patina tipica dei prodotti troppi nutrienti mi indispone non poco. Anche con il profumo vado a periodi, non è infatti il tipico profumo che apprezzo solitamente essendo molto erboso e persistente, però se ci si fa un po' il naso ammetto che è piacevole e molto avvolgente. Come lo scrub Volga è contenuto in un vasetto a bocca la larga col tappo a vite, però essendo molto denso in realtà non si perde molto prodotto se non qualcosina giusto in fase di applicazione. A tal proposito, attenzione perché se ve ne cade un po' e lo pestate la scivolata è assicurata. È capitato.

INCI: Sodium Chloride, Sesamum indicum seed oil*, Caprylic/capric triglyceride, Butyrospermum parkii butter, Silica, Hydrogenated castor oil, Hydrogenated vegetable oil, Olea europaea fruit oil*, Maris Sal, Vitis vinifera seed oil*, Melissa officinalis leaf oil*, Citrus aurantium amara flower oil, Citrus aurantium dulcis peel oil*, Lecithin, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Limonene, Cinnamyl alcohol, Citric acid *da agricoltura biologica
€€€: 15,90€ per 200g
Reperibilita: reperibile in moltissimi e-store online e bioprofumerie, come Il Giardino di Arianna, Rosa della Natura, Cuccioli d'Uomo per citarne alcuni




Si conclude qui questo excursus sui miei scrub. Come avete potuto notare sono tutti dei buoni prodotti adatti sicuramente ad esigenze diverse, tanto che mi piace  utilizzarli in modo alternato in base al periodo o alle condizioni della mia pelle. Se dovessi sceglierene due, uno per il viso e uno per il corpo, non avrei dubbi su quello de Il Calderone di Gaia, essendo a mio avviso il migliore per le mie esigenze, sia in termini di profumazione, di comodità e di proprietà. Per il viso invece non saprei quale scegliere proprio perché si adattano tutti alla routine che seguo che prevede appunto di alternare prodotti più forti con altri più leggeri e la combinazione di più di uno scrub me lo garantisce. Se proprio dovessi scegliere, direi che la mia combo perfetta potrebbe essere Biofficina Toscana + Volga, ma senza togliere nulla a quello Delidea, che è comunque di ottima qualità.

Voi avete mai provato uno di questi scrub? Come vi trovate? Avete altro da suggerirmi?
(๑♡3♡๑)

ps: per la classificazione in verde-giallo-rosso degli INCI mi sono affidata e in-gredients e biotiful
16 commenti on "random stuff #3 i miei scrub viso e corpo"
  1. Io come scrub viso utilizzo il Maisenza di Lush (che ora chiamano Let The Good Times Roll) e lo trovo piuttosto valido, golosissimo anche lui e esfolia bene. Ho provato anche Diavoli a fior di pelle ma trovo sia aggressivo per il mio tipo di pelle.

    Lo scrub ai frutti rossi di Biofficina Toscana è senza dubbio sulle trentordici mila cose da provare del marchio, appena smaltirò un po' di prodotti se ne potrà parlare :D

    Per quanto riguarda scrub corpo è un prodotto al quale mi sono avvicinata da poco, ho provato uno di YR (che era più indicato per il viso ma a malapena lo sentivo), un paio di The Body Shop a base di zucchero e al momento sto provando quello di Sephora con zucchero di canna, come grana è piuttosto spessa, ma la cosa che mi piace maggiormente è che lascia un bel profumo sulla pelle e non me la irrita *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli scrub Lush non li ho ancora provati, ma ogni volta che ci passo me li sniffo sempre, che tentazione! XD

      Elimina
  2. Lo scrub ai frutti rossi è quello che mi attira di più attualmente *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mi sa che attira un po' tutti XD

      Elimina
  3. Stravedo per lo Scrub ai frutti rossi che prima o poi acquisterò, ma punto tantissimo anche gli scrub Volga, per quest'estate sicuramente me ne assicurerò un bel barattolone. Ho usato per un'estate intera lo Scrub ai burri vegetali e melissa e l'effetto un po' oleoso di cui parli a me strapiace ma come dici tu, dipende anche dal periodo dell'anno, fa proprio un bell'effettino sulla pelle però! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, se prevedi di usarli per il corpo il barattolone Volga è d'obbligo, la taglia piccola dura pochissimo!
      Ecco, io lo scrub corpo di Biofficina d'estate non lo sopporto, solo d'inverno ho apprezzato il suo essere "appiccicaticcio" XD

      Elimina
  4. Grazie mille per questo post <3 Non poteva capitare in un momento migliore (da leggere: sto facendo un ordine online su un'altra finestra del browser) voglio assolutamente provare quello de Il calderone di Gaia (di cui vado subito a recuperare la recensione). Ho l'olio della dea nella stessa profumazione e me ne sono innamorata, mi sembra giunto il momento di provare anche lo scrub.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, sembra giunto il momento anche a me! XD

      Elimina
  5. Che bellini anche quelli Volga (oltre al Biofficina)!
    Mi è piaciuto questo maxi confronto, secondo me sono i post più interessanti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ma infatti ero partita con la recensione singola, poi alla fine era un confronto dietro l'altro tanto che mi son detta "forse è il caso di cambiare tipo di post" XD

      Elimina
  6. Hai degli scrub davvero interessanti, sia viso che corpo. Volga è un brand che mi tenta, prima o poi cedo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, me li scelgo con cura (traduzione per "Uh guarda che bei colori, li prendo tutti!").
      Comunque proverei qualcosina di Volga se fossero in te, gli scrub secondo me sono validi, ma ammetto che mi incuriosiscono parecchio anche i nuovi burri..

      Elimina
  7. Il nome per il cane mi ha stesa XD
    Comunque: dopo questa recensione sento la necessità fisica di prendere lo scrub per il corpo di Biofficina. Ora come ora skippare l'idratazione post doccia sarebbe una manna XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io cerco sempre di evitare l'idratazione post doccia, mi stufo proprio! Quello Biofficina è tanto cicciottoso, forse troppo per il periodo in arrivo, però stai tranquilla che la crema post-doccia non la vorrai nemmeno sentire nominare! XD

      Elimina
  8. Anche io tempo fa ho pubblicato un paio di post riassuntivi in cui chiacchieravo degli scub viso e corpo utilizzati. Di quelli che hai citato non ho provato nulla, ma i due Biofficina Toscana sono in wishlist da un po' e spero di depennarli presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooh interessante! Passo a leggerli, sono sempre alla ricerca di nuovi scrub! XD

      Elimina

Auto Post Signature

Auto Post  Signature