green cosmetics. beauty tips. more

my beauty routine#2 make-up ✩ la mia base viso

23 ottobre 2016
Buongiorno ragazze, dopo avervi fatto vedere come mi prendo cura della mia pelle del viso nel primo post "beauty-rountine" (click!), ho pensato di farvi vedere il passaggio successivo: la mia base viso quotidiana. Negli ultimi mesi, forse complice una pelle più che collaborativa e in buono stato, tendo infatti a dare precedenza alla base viso piuttosto che a un trucco occhi elaborato [elaborato per modo di dire ovviamente...] per sentirmi a posto, preferendo comunque basi leggere e molto naturali, ma non per questo non curate. Ho sempre apprezzato le basi opache, da bambolina di porcellana, che purtroppo peccano in naturalezza. Col tempo mi sono però accorta che preferisco molto di più le basi leggermente luminose proprio perché tendono a far risplendere il viso; meglio quindi che si veda qualche leggera imperfezione ma che in generale il viso sia splendido splendente, apparentemente più in salute e in generale più bello. Detto ciò, sto apprezzando molto questi prodotti che, cosa importantissima, sono adatti anche alle carnagioni più chiare, perché diciamolo forse il più grosso problema di chi ha la pelle diafana è trovare la giusta colorazione di un determinato prodotto. Chissà perchè in Italia si dimenticano delle fantasmine come noi?!



Vi avevo già parlato del Complexion Rescue di bareMinerals in una precedente review (qui!). Esso rappresenta il prodotto ideale per garantire l'effetto che vi dicevo prima, viso naturale, luminoso e in salute, benché non sia molto coprente. Funziona benissimo da solo, ma è anche un'ottima base per fondotinta minerali più o meno coprenti. Sarei andata avanti con lui foreverandever ma, ahimè, la colorazione più chiara, la 01 opale, non è disponibile in Italia per cui ho dovuto trovare delle alternative disponibili qui da noi. Giusto per conoscenza, l'ultima volta sono andata a Londra l'ho riacquistato. Se non siete palliducce e cercate una buona via di mezzo tra una crema idratante e fondotinta leggero leggetevi la review e correte da Sephora!


Tornando al post, ho due prodotti che uso per la base viso e la scelta ricade su uno o sull'altro in base a come sta la mia pelle e la giornata in arrivo. In generale, se ho idratato per bene il viso opto per il fondotinta minerale IDUN, se invece sento che nonostante la crema la pelle è ancora un po' secca o si preannuncia una giornata ventosa e fredda, opto per la BBcream Sublime PuroBIO. Talvolta, se necessito sia di idratazione che di un pelino di coprenza in più, li combino insieme.


Fondotinta minerale IDUN, Jorunn (Afrodite)

Questo fondotinta l'ho acquistato in primavera, dopo aver finito l'High Coverage di Neve Cosmetics essendo alla ricerca di qualcosa di più performante. Avevo già provato con poco successo il fondotinta liquido di Liquidiflora che su di me risulta troppo pesante e mettendolo tutti i giorni mi fa spuntare parecchi brufoli. Sono quindi tornata al fondotinta minerale addocchiando questo brand svedese perché offre un'ampia gamma di colorazioni adatte anche alle più pallide. E poi era in sconto, motivo più che valido per farci un pensierino.
Si presenta in un pack di vetro (o plastica dura, scusate se non ho fatto la prova "sfracellamento sul pavimento") abbastanza ingombrante quadrata con tappo a vite decorato da un disegno di Patrizia Gucci (nipote del più famoso imprenditore) decisamente fine ed elegante con il dosatore rotante di plastica all'interno. La polvere è finissima, niente in confronto a quello di Neve Cosmetics, è proprio impalpabile. Appena aperto ho subito notato, inizialmente con dispiacere, che era parecchio luminosa, come se all'interno oltre al pigmento colorato ci fossero anche dei minuscoli granellini perlati. Io che fino a quel momento volevo solo ed esclusivamente prodotti matt ho sinceramente pensato di aver buttato l'ennesima trentina di euro in fondotinta. Finché non l'ho provato. Avete presente quando non sentite il bisogno di acquistare altro? Ecco, con questo fondotinta è così. Primo, è facilissimo da stendere. Io uso il carinissimo e cicciottissimo Racoonbuki di Neve Cosmetics facendo ampi movimenti circolari e la polvere fine fa si che con poche passate il viso risulti già uniformato. Secondo, copre. Non è ad altissima coprenza, nel senso che rossori e piccoli brufoletti li copre senza problemi, mentre nel caso di imperfezioni più importanti non riesce, ma è sufficiente prelevarne con un mini pennellino o col dito una puntina e tamponarlo sull'imperfezione (e poi sfumare!) che copre. Vi assicuro che è da parecchio che non uso correttori sul viso. Terzo, l'effetto è naturalissimo. Nonostante copra abbastanza bene, l'effetto è molto naturale e rende il viso luminoso, ma, badate bene, non lucido, credo proprio grazie a quelle microparticelle perlate che avevo snobbato all'inizio. Sembra di non aver nulla addosso se non solo una bella pelle. Quarto, il colore è perfetto per il mio incarnato. Io sono chiarissima con un sottotono abbastanza neutro e con la colorazione più chiara, Jorunn, mi trovo molto bene, l'ho usato anche d'estate ed era in perfetto pandan col mio collo da fantasmino.



L'unico lato negativo che gli ho trovato, ma che è un po' tipico di tutti i fondotinta minerali e prodotti in polvere, è che se avete la pelle un po' troppo secca tende a farsi sentire. Va usato, in questo caso, accoppiato ad una bella crema idratante. Per quanto riguarda la durata, faccio sempre fatica a capire se un fondotinta rimane fino a sera. Diciamo che quando mi strucco la sera (quindi dopo almeno 12-13 ore) noto ancora del fondotinta, ma il grosso è già andato via. Un 5 ore però rimane tranquillamente sul viso senza perdere in coprenza, a meno di temperature troppo elevate ovviamente.

Non contiene talco, oli, silicone, profumo o conservanti, ma solo minerali. E' nickel tested (non ho trovato però fino a che quantità è stato testato) e il PAO è di 12 mesi.

INCI:
Mica, Zinc Oxide, CI 77891, CI 77492, CI 77491, CI 77499
(per la classificazione in verde-giallo-rosso mi sono affidata a Biotiful e in-gredients

Contenendo l'ossido di zinco dovrebbe agire potenzialmente anche da filtro solare, ma non essendo specificato l'SPF non lo posso dire con certezza.

Prezzo: 39€ per 9g.
Reperibilità: Questo brand non è molto distribuito dalle nostre parti, io l'ho acquistato dallo store online Bioboutique La Rosa Canina.


 

BBcream Sublime PuroBIO, 01 + cipria compatta Liquidflora, Light Moon 01

Quando sento il bisogno di più idratazione, come in questi giorni che pare sia tornato l'inverno con largo anticipo, accantono il fondotinta minerale a favore della BBcream Sublime di PuroBIO. Questa, benché sia chiamata BBcream è decisamente più pesante rispetto ad altri prodotti simili e la classificherei quasi come un fondotinta. In periodi molto caldi o se ho abbondato con la crema idratante risulta infatti troppo pesante, mentre in condizioni metereologiche più rigide la trovo invece adatta. E' un prodotto liquido contenuto in un tubetto parzialmente trasparente da 30mL che permette di vedere se sta finendo o ne avete ancora parecchia, il che è molto comodo. E' abbastanza liquido per cui bisogna stare attenti quando si svita il tappo e farne uscire la giusta quantità o rischiate di sprecare parecchio prodotto. Inizialmente il colore sembra decisamente scuretto benchè la mia colorazione sia la 01, la più chiara, soprattutto se lo si confronta con il fondotinta minerale IDUN che appare quasi bianco in confronto (vedere swatch più giù ⇣). Una volta stesa sul viso però si fonde molto bene e non noto, almeno nel mio caso, alcuno stacco di colore. Si può stendere in vari modi, io preferisco utilizzare le mani mettendone prima una puntina sulle guance e fronte e poi stentendola come fosse una crema idratante. Si fissa abbastanza rapidamente, per cui va stesa abbastanza velocemente e nelle ultime fasi tendo a picchiettarla sempre con le dita in modo da aumentarne anche la coprenza. Se ho bisogno di coprire ulteriormente ne picchietto un pelino in più solo sulle zone che ne necessitano.

L'effetto inizialmente è quello di avere addosso un mascherone che copre tutto, in realtà dopo diversi minuti si assesta rendendo l'effetto più naturale e raggiungendo una coprenza anche media, leggermente inferiore a quella che si ottiene col fondotinta IDUN. È comunque molto modulabile e si può raggiungere più o meno coprenza in base a quanto prodotto si usa.
A differenza del precedente fondotinta l'effetto è si naturale ma meno luminoso, benché non sia completamente opaco. La durata è mantenuta per qualche ora, a fine giornata non arriva, ovviamente, intatta.
E' un prodotto vegan OK, certificato CCPB e nickel tested (pure in questo caso non sono riuscita a trovare la quantità testata). Il PAO è di 6 mesi.

INCI:
salvia sclarea flower/leaf/stem water (salvia sclarea (clary) flower/leaf/stem water)*, squalane, octyldodecanol, polyglyceryl-10 stearate, parfum (fragrance), polyglyceryl-10 myristate, mica, silica, olive glycerides, glyceryl caprylate, cetearyl alcohol, glyceryl stearate, sodium stearoyl lactylate, aqua (water), tocopherol, apricot kernel oil polyglyceryl-4 ester, glycerin, microcrystalline cellulose, butyrospermum parkii butter (butyrospermum parkii (shea) butter), olea europaea fruit oil (olea europaea (olive) fruit oil), cellulose gum, maris aqua (sea water), hydrolyzed algin, chlorella vulgaris extract, cellulose,
contiene +/-: CI 77891 (titanium dioxide), CI 77491 (iron oxides), CI 77492 (iron oxides), CI 77499 (iron oxides), CI 77019 (mica)
*ingredienti biologici

(per la classificazione in verde-giallo-rosso mi sono affidata a Biotiful e in-gredients

Prezzo: 12,90€ per 30mL.
Reperibilità: decisamente facile da trovare, è praticamente presente in ogni store online che tratta prodotti di make up verdi, ma la si trova anche nelle bioprofumerie e in alcune farmacie. Io l'ho acquistata da Il Giardino di Arianna.

Vi lascio qualche swatch di confronto per farvi un'idea sui colori. Da notare come il fondotinta minerale IDUN sembra quasi bianco e molto neutro rispetto a tutti gli altri.



Proprio per la caratteristica della BBcream di essere nutriente e liquida, accoppio sempre un velo di cipria per contrastare eventuali lucidità e per fissare il tutto. Nell'ultimo periodo uso quella compatta Liquidflora di cui avevo acquistato il refill parecchio tempo fa e che ho messo nel case della mia vecchia cipria PuroBIO. Non sono esperta di ciprie perche faccio un po' fatica a capirle in generale non soffrendo di troppa lucidità e non avendo bisogno di grandi performance. Questa per me va più che bene essendo molto leggera, facile da stendere e rimanendo molto naturale. Confrontandola con la più famosa cipria Sublime di PuroBIO, questa è caratterizzata da una polvere più fine e da un effetto più naturale, sembra quasi non ci sia, mentre quella PuroBIO fa una bellissima pelle da porcellana, ma rimane un po' troppo polverosa e si fa notare, almeno nel mio caso. E' una cipria colorata, non trasparente, ma che rimane talmente leggera sul viso che al massimo uniforma la base sotto per cui anche se sbagliate colore non credo sia la fine del mondo. Io la applico con pennelli random, in base a quello che ho sottomano, ma tendo a preferire pennelli abbastanza ciccottosi ma non troppo densi proprio perchè voglio giusto metterne un velo.

E' certificata ICEA, VeganOK, Nikel tested (anche in questo caso non sono riuscita a trovare la quantità testata). Il PAO è di 12 mesi.

INCI:
Mica, Zea Mays Starch*, Zinc stearate, Squalane, Glyceryl caprylate, Marrubium Vulgare Meristem Cell Culture, Hydrolyzed glycosaminoglycans, Glycerin, Aqua, Butyrospermum parkii butter*, Heliantus annuus seed oil*, Prunus armeniaca Kernel Oil*, Vitis vinifera seed oil*, Potassium sorbate
può contenere +/-: CI 77891 [titanium dioxide], CI 77491 [iron oxides], CI 77492 [iron oxides], CI 77499 [iron oxides], CI 77510 [ferric ferrocyanide], CI 77007 [ultramarines], CI 77742 [manganese violet]
*da agricoltura biolgica

(per la classificazione in verde-giallo-rosso mi sono affidata a Biotiful e al sito Liquidflora)

Prezzo: 16€ per il refill, 25€ con anche il case, per 9g di prodotto.
Reperibilità: la si può trovare nelle bioprofumerie e online in diversi store, nel mio caso l'ho acquistata da Tathia.


 

Correttore Naked Skin Urban Decay, Fair Neutral

Oltre alla base viso in senso stretto, non può mancare il correttore per coprire le mie simpatiche occhiaie ormai diventate parte integrante di me. Non soffro di borse o di cerchi particolarmente scuri, nel mio caso le occhiaie sono dovute al poco sonno, si manifestano come solchi nel contorno occhi e secchezza con conseguente aumento dei segni di espressione, ma anche un colorito leggermente rossastro. Non è così tragica come sembra, ve lo assicuro. Mi serve quindi qualcosa che mi illumini la zona ma che allo stesso tempo non entri ed evidenzi la secchezza che c'è. Negli ultimi mesi mi sto trovando molto bene con il correttore Naked Skin di Urban Decay, correttore liquido con il classico applicatore a spugnetta simile a un gloss. Dopo aver passato il fondotinta, mi piace applicarne una piccola quantità appena sotto l'occhio e poi sfumarlo e stenderlo con il Foxbuki di Neve Cosmetics su tutto l'occhio sia sotto che sopra sulla palpebra. Inizialmente lo stendevo con le dita, ma mi sembra che con il pennello si stenda meglio e in modo più uniforme. Ma soprattutto, ci metto meno tempo.
Mi piace molto perché è leggerissimo e non fa strato, ma allo stesso tempo è molto coprente andando a inserirsi nelle pieghette senza evidenziarle ma "riempiendole". La colorazione è quella più chiara e disponibile per cui illumina anche la zona, effetto che aiuta a sembrare più riposate e sveglie. E' perfetta nel mio caso, ma per chi però non è davvero chiara la sconsiglio perchè potrebbe sembrare bianca e fare quel brutto effetto da "sciatore con gli occhiali da sole".

Non vi metto l'INCI perchè come potrete immaginare non un prodotto verde, anzi, è un pullulare di puntini rossi e al primo posto troviamo pure un bellissimo silicone, però non ho ancora trovato un'alternativa dal buon INCI. Viste le recensioni in giro promette bene il nuovo correttore di PuroBIO, ma devo ancora vederlo dal vivo per capire se possa fare al caso mio.

Prezzo: 23€ per 5mL
Reperibilità: lo si trova facilmente da Sephora.




Concludo qui la mia routine di make-up relativa alla base viso #fantasminoapproved. È una routine dall'effetto fresco e naturale adatta a pelli miste-secche ma che può essere adattata a mio avviso anche a pelli più grasse o secche o a periodi sia estivi che invernali, ovviamente con le giuste accortezze.

La vostra base viso invece come è? Avete mai provato questi prodotti?
(⺣◡⺣)♡*




9 commenti on "my beauty routine#2 make-up ✩ la mia base viso"
  1. Mi piacciono i post sulla base, mi interessano da morire. Per cui grazie per averne scritto uno ;)
    Io al momento utilizzo ancora il minerale di Lily Lolo e non so se prendere anche qualcosa di liquido per quando farà più freddo o meno. La mia pelle è un po' incazzosa e se la copro troppo esplode.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te che passi sempre a trovarmi! <3
      Io con un fondo liquido ci ho provato ma non mi ci trovo, al massimo la mia pelle tollera BBcream o comunque delle vie di mezzo. Se maltolleri i prodotti troppo pesanti prova il Complexion Rescue, a me ha rivoluzionato la routine!
      Del fondo lily lolo devo avere qualche minitaglia da qualche parte, dovrei riesumarlo! XD

      Elimina
  2. Ah, se solo quella maledetta commessa non avesse sbagliato la tonalità del mio correttore UD. Ne amo la texture che come hai detto tu è molto molto leggera e non crea strato, peccato solo che essendo un tono più scuro del mio viso mi faccia la chiazza grigia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sfortuna! Dovrebbero fare come in USA dove si possono riportare indietro i prodotti :/
      Saremmo tutte più felici! XD

      Elimina
  3. io uso basi diverse, per cui un post del genere mi sarebbe difficile farlo (e infatti ogni volta che posto un look spiego qualcosa perché... è l'unica XD ).
    Il fondotinta Idun io ce l'ho e... lo odio.
    Lo trovo mega polveroso e mi segna tantissimo, in foto è super visibile... io sono una che non ha bisogno di fondotinta e lui mi peggiora la pelle, è stato uno shock D:

    La bb cream Purobio mi incurisce, il loro fondo non mi piace... la cipria Liquidflora pure. e anche il correttore UD XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece tendo a usare sempre le stesse cose, se mi soddisfano ovviamente, sono abbastanza abitudinaria XD
      Ricordo che non ti faceva impazzire questo fondo, ma forse, proprio come dici tu, è perché non ne hai bisogno e quel qualcosa in più si fa notare..

      Il fondo PuroBio non l'ho mai provato, un po' perché come colori non ci siamo e poi mi sembra troppo "pastone", mentre la BB cream la trovo decisamente più adattabile alle mie esigenze. Certo, visto che io e te apparentemente ci troviamo bene con prodotti diversi, ho come la sensazione che non ti piacerà particolarmente XD

      Elimina
  4. Interessanti le notizie su questi fondi, io prima sto cercando di terminare ciò che possiedo al momento per passare a qualcosa di ancora più adatto a me! Idun mi ispira parecchio, ho un campioncino di fondo liquido e sono proprio curiosa di provarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vorrei provare quello liquido, ero tentatissima pure da quello ma in vista della bella stagione ho optato per quello in polvere. Avessi un campioncino a disposizione l'avrei già provato! XD

      Elimina
  5. Salve, ho provato la crema http://psoriasi-cure.net/crema-psoeasy-250 e posso dire che questo è rimedio migliore per umidificare la pelle. Mio psoriasi è diventato non così scomodo perché mi sono riuscita di levarsi dalla desquamazione quasi completamente. Ora la pelle non è cosi bella come era prima la diagnosi, ma il risultato è molto vicino. Vi raccomando di provare.

    RispondiElimina

Auto Post Signature

Auto Post  Signature