Haul #20 Mulac Cosmetics - Womanly & ombretti (+ swatch)

14.1.18

Buongiorno e Buon 2018! Cosa c'è di più bello se non iniziare l'anno parlando di shopping online? Mi sembrava infatti doveroso farvi vedere cosa mi sono regalata per Natale a tema make-up ed essendo stato anche il mio primo ordine Mulac direi che un bel post haul ci sta.



Mulac è un brand giovane, italiano, dietro cui c'è Cindy, o come è nota ai più LaCindina, youtuber che molto probabilmente avrete già sentito nominare. Ogni loro prodotto è caratterizzato da un'idea innovativa, altissime prestazioni e formulazioni a base naturale (ma attenzione, non tutti i prodotti sono verdi). Citando le loro parole: "L'unicità dei prodotti Mulac rappresenta la nostra idea di make-up, basato sulla creatività e sull'arte di trasformare sé stessi.
Era da parecchio tempo che volevo acquistare qualcosa del brand, ma ammetto che benché i prodotti siano uno più interessante dell’altro, le colorazioni per la maggior parte non sono nelle mie corde, per cui non mi era mai capitata la necessità di fare un ordine. L’uscita però dell’ultima collezione Womanly mi ha colpita interamente per cui, complici le spese di spedizioni gratuite per ordini sopra i 30€, ho deciso di fare il grande passo e pravare finalmente qualcosa di Mulac.

Parliamo di Womanly, una bellissima collezione di 7 rossetti che colpisce, oltre per il packaging elegante e sfizioso, anche per la selezione di colorazioni prettamente nude ma assolutamente non banali e che accontenta un po’ tutti i gusti. Il packaging di ogni singolo rossetto è carinissimo. Contenuto all'interno di un cartoncino rosa con scritte in oro rosa, il pack vero e proprio del rossetto è a base quadrata in soft touch, una sorta di plastica morbidosa, sempre rosa con indicato il logo del brand e alla base l'etichetta dove è indicata anche la colorazione. La ghiera che contiene il rossetto è metallica, anche essa rosa, ma più chiara, tendente al cipria, con impresso il logo Mulac. Se non si fosse capito, l'intero concetto della collezione, dalle colorazioni, al packaging, ai nomi stessi dei rossetti, giocano sulla femminilità, sull'essere donna.
Le sette colorazioni disponibili spaziano da toni più freddi a quelli più caldi, passando soprattutto per colorazioni neutre e toccando vari gradi di profondità. Sei colorazioni sono opache, una è definita metal-matte. Difficile non trovare qualcosa che faccia al caso vostro. Tutti sono inoltre caratterizzati da una base nude, e da un mix molto interessante di rosa e marrone che li rende appunto dei nude non convenzionali.





In base ai miei colori e gusti ho acquistato le due colorazioni più tendenti al freddo: Mai Più Tua e Bambola. Ammetto che avrei voluto provare anche Womanly, descritto come un bellissimo marrone-melanzana, ma su di me i colori prettamente marroni tendono a tirare fuori componenti nocciola calde che non mi fanno impazzire per cui non ho voluto rischiare. Il prezzo di ogni rossetto è di 13,90€.
Per poter arrivare ai 30€ necessari per avere le spese di spedizione gratuite ho poi aggiunto due cialdine di ombretti: Berry-Land (che potete trovare anche nella palette Good Vibes) e Lazy (che potete trovare anche nella palette Smokey). Ogni ombretto in cialda singola costa 5,90€.



MAI PIÙ TUA

Descritto come nude rosato acceso, è il colore più freddo della collezione. Come vi dicevo prima, tutti questi rossetti partono da una base "nude" e sono in realtà un mix di colori rosati con una base di marrone e questo rende Mai Più Tua un rossetto comunque non troppo freddo, rosa ma non spiccatamente rosa. Ovviamente avrà più rilievo la componente fredda o quella più neutra in base al vostro incarnato, in base al colore delle vostre labbra e alle vostre caratteristiche. Nel mio caso che tendo a scaldare molto i rossetti Mai Più Tua mantiene comunque un bel tono freddo rosa ma tendente al neutro. Non risulta inoltre particolarmente acceso, benché sia comunque un rossetto ben più evidente rispetto ad un nude rosato classico.
La texture è particolarmente dura e cerosa, non aspettatevi un rossetto morbido da passare rapidamente sulle labbra, ma bisogna riporre un po’ più di attenzione. È il mio primo rossetto di questo tipo e devo dire che una volta imparato a stendere è forse la texture che preferisco perché in questo modo riesco ad essere più precisa nell’applicazione e il rossetto, una volta steso, rimane fermo e non si muove. Il colore inoltre è subito pieno, fin dalla prima passata. Il finish è opaco, ma nonostante ciò non è un rossetto che secca particolarmente, lo si può tenere tranquillamente tutto il giorno e non si fa sentire troppo. E' ovviamente d’obbligo avere delle labbra idratate prima di applicarlo altrimenti si creano delle inestetiche grinze di cui potete cogliere un esempio nelle mie foto sotto (le mie labbra sono particolarmente sofferenti in questo periodo...).


Di seguito vi metto qualche confronto con altri rossetti/matite che possiedo.


Brave (MAC), oltre ad avere un finish completamente diverso, è più chiaro, più rosa e freddo. Ombre Rose (Nabla) è leggermente più scuro e benché dallo swatch sembri molto più freddo e fucsia nella realtà la differenza non è così marcata, anzi. Ballerina (Neve Cosmetics) è decisamente più marrone e grigia, mentre Experiment (altra pastello labbra di Neve Cosmetics) ha un tocco più violaceo e grigio. Alternative (Neve Cosmetics), che pensavo potesse essere molto simile, è invece più fredda e rosa. Lovesick (rossetto liquido di Kat Von D) non c'entra invece nulla essendo più violaceo e decisamente più freddo. Mi chiedo cosa mi sia saltato in mente nell'inserirlo qui. Il Kiko Velvet Passion Matte Lipstick 315 è invece molto più rosa e con più bianco all'interno.



BAMBOLA

Se con Mai Più Tua ero quasi sicura della scelta, con Bambola, anche essa descritta come nude-rosato, sono stato inizialmente un po’ indecisa perché in base agli swatch trovati in rete temevo fosse troppo calda per i miei canoni e che buttasse fuori troppo marrone come spesso mi capita. Nella realtà, benché su di me assuma una colorazione caratterizzata da una rilevante componente marroncina e soft (ricca di grigio), nella pratica mantiene comunque un tono rosato di fondo che lo rende molto sfruttabile anche quotidianamente. Texture e finish sono perfettamente paragonabili al precedente. L'unica differenza è che, forse per il colore un po’ più cupo rispetto all’altro, preferisco utilizzare un pennellino per definire meglio i bordi. Consiglio anche di evitare di fare troppi strati, altrimenti si perde di omogeneità nel colore finale, cosa che con Mai Più Tua non accade.






Questi i confronti che sono riuscita a fare con i rossetti in mio possesso.



Balkis (Nabla) è meno rosa, più marrone e con una punta leggera di rosso in più. Soar (MAC), molto simile a Balkis ma meno rossa e intensa, ha comunque una punta in meno di grigio di Bambola ed è leggermente più rosa. Ballerina (Neve Cosmetics) è invece più rosa, meno marrone e più grigia.

Ci tengo a specificare che gli swatch su braccio, almeno nel mio caso, tendono a essere un po' diversi da come appaiono i colori sulle labbra. Ho un braccio che benchè pallidino scalda parecchio e di conseguenza i colori appaiono più marroni e leggermente meno grigi di quello che poi sono una volta sulla labbra.



BERRY-LAND & LAZY

Anche gli ombretti sono un pezzo forte di Mulac, per cui, vista l'occasione, ne ho voluti provare ben due. Il primo, Berry-Land, è descritto come viola freddo con sottotono rosato perlato. E così è, essendo un ombretto dal finish shimmer con base viola scuro e riflessi che spaziano dal rosa all'argento-azzurro. Lazy, anche esso shimmer, è un taupe con satinatura rosa freddo. Entrambi sono molto leggeri al tatto, non danno l'impressione come gli ombretti Nabla o Neve Cosmetics di essere belli burrosi e pieni, tanto che appena provati temevo andassero da tutte le parti. Nella realtà questo non avviene, sono abbastanza pigmentati e si sfumano molto bene, Lazy meglio di Baery-Land (almeno in base ai primi usi che ne ho fatto).





Cercando qualche colorazione per fare delle comparazioni mi sono poi accorta che Lazy è praticamente identico a Entropy di Nabla, con la differenza che il primo è caratterizzato da una base più fredda e grigia, mentre Entropy è più marrone. Anche la satinatura rosa fredda è molto simile, ma è più evidente in Lazy e tendente quasi all'argento. Se ponendoli vicino si possono apprezzare delle piccole differenze, sulla palpebra queste sono praticamente impercettibili.
Simile a Berry-Land, invece, non ho trovato nulla di simile. Too bad per il post, ma buon per me che ho aggiunto una colorazione tutta nuova alla mia palettina componibile.




Non posso ovviamente farvi una recensione dei singoli prodotti non avendoli usati ancora a sufficienza, ma le prime impressioni sono ottime. I rossetti durano parecchio (entrambi hanno superato praticamente indenni un pranzo) e le colorazioni mi piacciono da matti. Non sono rossetti da una passata e via, ma una volta stesi non si muovono più.
Per quanto riguarda Mulac e il servizio clienti io non posso che spendere parole positive. Avevo sentito di spedizione lente, ma per quanto mi riguarda il pacco è arrivato in pochi giorni (ed eravamo sotto Natale!), perfettamente imballato in una scatolina supercarina.

Avete anche voi ceduto al fascino della collezione Womanly? Come vi trovate con i prodotti Mulac?





9 commenti

  1. I rossetti della Womanly continuano ad attirarmi parecchio, ma non so se questa è la volta buona per fare un ordine Mulac. Domani però cominciano gli sconti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli sconti?! E me lo dici così?! Una velvet ink mi piacerebbe provarla effettivamente XD
      Comunque ti ci vedrei con qualche rossettino della Womanly, tipo Bambola per fare un esempio a caso ;)

      Elimina
  2. Sono sincera, è un brand che non ho mai guardato con interesse. Già il fatto che facciano una quantità esagerata di rossetti, continuamente, come se la gente truccasse solo le labbra, mi fa ridere. Per non parlare della gestione del sito che non mi piace e di cui ho letto tante tante lamentele.
    Adoro le tue foto, però. Sempre bellissime. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei sempre carina :*
      A me Mulac ha sempre stuzzicato, ma concordo che c'è della sproporzione tra i rossetti e il resto, ma lo vedo un po' un riflesso nei gusti della Cindina. Quello che mi piacerebbe è però che vendessero anche fisicamente in qualche negozio, proprio per la particolarità dei loro prodotti (e la mancanza di swatches fatti come si deve) acquistare da loro è spesso un salto nel buio. Motivo per cui non avevo mai comprato nulla. Questa volta mi è andata bene! XD

      Elimina
  3. Io si, ho ceduto xD ma ho ceduto a colori più caldi, anche perché sembravano buttar fuori un po' tutti del grigio :/
    Col servizio clienti io ho avuto problemi -.- una volta han fatto finta di passare ma non son passati, ed io ero in casa che li aspettavo alla finestra -.-* mi mancava solo il fucile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. so so che hai ceduto! ahahah!
      ecco, ricordo di aver letto qualcosa da te sul loro servizio clienti.. a me è andata bene dai, sarà la fortuna del primo acquisto! XD

      Elimina
  4. Non ho preso nulla della Womanly perché non sono amante dei nude, inoltre ho un sottotono piuttosto freddo per cui temevo che quale più quale meno su di me avrebbero buttato fuori marrone... forse solo Mai più tua potrebbe starmi benino, ma temo sia comunque chiaro per i miei colori. Insomma, mainagioia :,( In ogni caso, amo molto i rossetti Mulac, vorrei provare presto quelli liquidi!

    RispondiElimina
  5. Spaventava anche me la tendenza di Mulac a fare rossetti più verso il caldo (anche io sono molto fredda), mai più tua è effettivamente adatta ma se sei profonda non credo vada bene per te (rimane comunque chiarino). Quelli liquidi ispirano anche a me, ma non ho ancora visto un colore che mi spingesse a prenderne uno (come con la womanly), vedremo le prossime uscite :)

    RispondiElimina

Instagram @redditude

© Redditude. Design by FCD.