Redditude

green cosmetics. beauty tips. more

Review #40 soin de jour matifiant - cattier paris

16 luglio 2017
Non so voi ma a me il caldo debilita e faccio fatica a fare ogni minima cosa. Escluso mangiare ghiaccioli, quello lo faccio che è un piacere.
Oggi mi è venuta l'ispirazione e ho deciso di parlarvi della crema viso che sto utilizzando da circa quasi tre mesi prima che finisca, cosa che credo accadrà tra non molto tempo. Il brand in questione è Cattier Paris, azienda francese più conosciuta forse per le maschere viso a base di argilla. Per inciso, sono tra le migliori che abbia mai provato soprattutto per il rapporto qualità prezzo molto alto (ve ne ho parlato giusto qui). La crema ha un nome lunghissimo, Fleur d'Émulsion Soin de Jour Matifiant, che in francese fa tanto chic, ma che per comodità useremo la cruda e meno poetica traduzione ristretta: "crema da giorno opacizzante".

 

La crema Fleur d'Émulsion, grazie alla sua texture fine e sabbiosa, è ideale per idratare quotidianamente la pelle grassa, controllare la lucentezza e ribilanciare l'epidermide. L'olio di nocciola bio, antiossidante e nutriente, e il burro di karitè, conosciuto per le virtù nutrienti ed emollienti, proteggono e idratano intensamente la pelle. La combinazone di estratti di fiori dell'imperatoria, dalle proprietà astringenti e riparatorie, e del Phytosaccharide® (estratto di alga bruna), permettono a questo trattamento "mattante" di controllare la produzione di sebo e purificare la pelle.(Dal sito LauBeauty)


Note tecniche

Si tratta di una crema abbastanza classica, non troppo liquida ma neanche troppo pastosa, la giusta consistenza per spalmarla per bene senza che però scivoli via. È bianca, dalla profumazione molto intensa (mi ricorda i frutti di bosco), che una volta spalmata tende a svanire nel giro di qualche minuto. Il tutto è contenuto all'interno di un flacone airless con tappo in plastica che a sua volta è contenuto, al momento dell'acquisto, in una scatolina di cartoncino. L'erogatore è a pompetta, il classico per questo genere di pack.
È Made in France, certificata EcoCert e Cosmebio.  Il PAO è di 12 mesi.
Il 98,8% degli ingredienti sono di origine naturale, il 13,6% derivano da agricoltura biologica.

Questo è l'INCI:
Aqua, Glycerin, Propanediol Dicaprylate/Caprate, Dicaprylyl Ether, Glyceryl Stearate Citrate, Corylus Avellana Seed Oil*, Dicaprylyl Carbonate, Polyglyceryl-3 Stearate, Tapioca Starch*, Aloe Barbadensis Leaf Extract*, Peucedanum Ostruthium Leaf Extract*, Butyrospermum Parkii Butter*, Zinc Sulfate, Cetyl Alcohol, Hydrogenated Lecithin, Silica, Sclerotium Gum, Parfum, Hydrolyzed Algin, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Tocopherol, Lactic Acid 
*da agricoltura biologica
(Per la classificazione in verde-giallo-rosso dell'INCI mi sono affidata a Biotiful e in-gredients)

Si può notare la presenza di olio di nocciole, indicato per le pelli acneiche grazie al suo potere astringente, ma anche di estratto di Aloe (idratante e lenitivo) e di Imperatoria, nota per favorire la rigenerazione cellulare e dare sollievo alla pelle irritata. L'amido di tapioca invece dovrebbe essere utile a dare appunto l'effetto mattificante indicato dal nome. Un po' di burro di Karité, infine, non fa mai male per dare un tocco di nutrimento in più. Interessante la presenza dell'Hydrolyzed Algin, un derivato dell'alga bruna, che combinato con il solfato di zinco regola i livelli di sebo, riduce le irritazioni e aiuta a contrastare l'acne (ref. qui)
L'ingrediente al terzo posto, benchè non classificato, è di origine vegetale a funzione emolliente.

 


Cosa ne penso

Ho acquistato questa crema da LauBeauty dopo averne provato un campioncino che mi aveva fatto letteralmente innamorare della profumazione. Per chi legge da un po' questo blog sa che tendo a preferire creme caratterizzate da fragranze insistenti, ma la profumazione di questa crema è talmente buona e nelle mie corde che sinceramente è un piacere spalmarsela sul viso. È fruttata e molto dolce, io ci sento il profumo dei frutti rossi anche se non è specificato da nessuna parte.

Al di là della profumazione, mi ha colpito molto anche la leggerezza della crema. Essendo dedicata a pelli grasse me lo aspettavo, non è infatti per nulla pesante, anzi riesco a metterla pure la mattina in questo periodo senza quel fastidioso effetto di "viso che suda" che mi accompagna sempre quando uso creme troppo nutrienti/idratanti. Sicuramente in parte è dovuto al fatto che la mia pelle si sta normalizzando, tanto che ora come ora non la difinirei mista ma più normale tendente alle impurità, ma bisogna dare atto che questa crema ha un potere idratante molto leggero. Questo può essere un problema per chi ha bisogno di nutrimento e di qualcosa di più strong. Usandola la sera ho infatti notato che è un po' troppo leggera per me e che necessito di qualcosa di più ricco. Al contrario, durante il giorno è perfetta, proprio perché dà quel velo di idratazione quotidiana di cui ho bisogno senza esagerare. 
Sull'effetto opacizzante non ho notato grandi prestazioni, ma c'è da dire che non soffro di eccessiva untuosità sul viso per cui può essere che non veda miglioramenti perché effettivamente non ce ne è bisogno. È inoltre indicato in diversi punti della confezione il fatto che non sia comedogenico. Su questo non posso che concordare, non ha un effetto astringente tale da poter dire che mi aiuta con i brufoletti che ogni tanto fanno capolino sul viso, ma sicuramente non ne ha favorito l'insorgenza.

L'assorbimento è molto rapido, il che la rende perfetta per chi si trucca. Io in genere abbondo, usandone tre/quattro piccole "pompettate" ed è sufficiente per l'intero viso.



A proposito del packaging, apprezzo tantissimo il fatto che sia un flacone airless, in assoluto il mio genere di pack preferito, essendo facile dosare il prodotto senza dover infilare le dita. Il fatto, però, che non si riesca a vedere a che livello è la crema è di una scomodità incredibile. Giusto negli ultimi giorni sto facendo un po' fatica a erogarla, ma non vedendo quanta crema è rimasta non posso dire se è un problema di erogatore o effettivamente sta finendo. Credo più la seconda, ma appunto, non posso saperlo con certezza. Vedremo se finirà nei preferiti prossimamente o più in là. L'erogatore comunque è leggero e si schiaccia senza fatica. Il mio consiglio è di essere delicati, è un attimo spruzzare la crema più in là di quello che si crede.



Riassumendo, l'ho trovata un'ottima crema per chi ha la pelle grassa/mista che cerca qualcosa di leggero per questo periodo, ma non adatta a chi ha la pelle secca e ha bisogno di nutrimento. Ma del resto, non si professa adatta a pelli di questo genere, anzi. Se come me soffrite di "pelle che suda" con determinate creme e d'estate tendete a utilizzare solo sieri le darei una chance. Purtroppo non ne esistono versioni minisize come le altre creme del brand, ma magari riuscite a racimolarne qualche campioncino. E se pure impazzite per il profumo dei frutti di bosco, dovete averla!



Dove

Cattier è facilmente reperibile in diverse bioprofumerie ma anche in negozi di prodotti naturali come il Naturasì. Come vi dicevo più su, io l'ho acquistata da LauBeauty a Milano (qui il sito) al prezzo di 19€ per 50mL.


Voi la conoscevate? Avete mai provato qualche crema di questo brand?

Pastello Revolution: nuova formula per le matite Neve Cosmetics [Sfilata e Pitaya]

25 giugno 2017
Se dovessi pensare al mio prodotto preferito di Neve Cosmetics sceglierei sicuramente una delle loro Pastello Labbra, all'apparenza delle semplici matite ma nella pratica dei veri e propri rossetti pencil size. Non a caso ne ho parecchie e difficilmente non c'è collezione che esce che non me le faccia apprezzare, raramente infatti non ne acquisto una ad ogni nuova uscita. Recentemente Neve Cosmetics ha deciso di riformulare tutto il parco matite, sia occhi che labbra, traendo spunto dalla formula utilizzata nelle ultime collezioni, così da creare una nuova serie di Pastello caratterizzata, citando l'azienda stessa, da "un'innovativa formula che le rende più scriventi, sfumabili e durature". Oltre che da un nuovo design. Non avete sentito ancora parlare della Pastello Revolution
Io sono stata tra le fortunate che ha potuto ricevere qualcuna di queste matite 2.0 per testarle e dire cosa ne penso, ringrazio quindi l'azienda per avermi dato questa opportunità, ma ci tengo a precisare che nonostante ciò non sono stata influenzata in alcun modo e quello che leggerete qui è frutto della mia esperienza e libero pensiero.

 

Le Pastello

Dopo una serie di sfortunati eventi con il corriere mi sono giunte a casa ben due Pastello Labbra: SFILATA e PITAYA.

SFILATA è una delle prime Pastello Lipcolor uscite in casa Neve Cosmetics, ed è ormai diventato un classico del brand. Viene descritta come "Amaranto vivace in base blu, il perfetto connubio tra un vellutato color borgogna e l'intensità eclettica del fucsia acceso". Come descrizione ci siamo, anche se io lo vedo più verso il fucsia. Il finish è cremoso-opaco.





PITAYA, nome che richiama il frutto del drago, è invece una delle due Pastello della collezione appena uscita Psicotropical (che per inciso, quanto è bella e particolare?). E' descritta come "magenta desaturato con satinatura lilla", azzeccatissima, aggiungerei solo che la satinatura varia molto in base alla luce, raggiungendo anche note quasi bianche in certi punti. A differenza della precedenza il finish è satinato, quasi metallico.





Seguendo l'armocromia io sarei Estate Assoluta, il che vuol dire che sono molto fredda e su di me colori non sufficientemente freddi risulteranno addirittura tendenti al caldo. Tenetene conto, può essere che su di voi questi colori risultino un pelino più freddi di come appaiano su di me.
Non ho potuto fare un confronto tra colori prima e dopo il cambiamento perché non ho una matita in entrambe le versioni, ma vi rimando ai post di Alessandra - In Beauty Veritas (qui e qui) per qualche comparazione.

What's new: design

La prima differenza che salta all'occhio confrontando le vecchie e le nuove Pastello è il design. Sempre matita rimangono, ovviamente, e non ci sono stati cambiamenti di dimensioni (diametro: 7,5 mm, lunghezza: 138 mm, diametro della mina: 4mm per un totale 1,5g di prodotto), semplicemente si è passati da un aspetto pressoché identico per tutte, in cui il colore era indicato (oltre che dal nome) dal tappo e dal "sederino", a matite il cui l'intero corpo richiama la colorazione. Può sembrare una banalità, ma oltre al fatto che esteticamente è più elegante, è indubbia la comodità di riconoscere al volo la Pastello che vi serve. Soprattutto per chi ne ha parecchie, doverle prendere una ad una fino ad arrivare a quella desiderata è quasi una tortura. Oltre a ciò, è cambiato giusto qualche dettaglio del il logo, dove ora è indicato il brand e non la scritta "Pastello", chè è dello stesso colore in tutte le matite (eccetto le più chiare).




What's new: formula

Bisogna però passare alla formula per poter apprezzare ancora di più le nuove Pastello. Esse sono diventate infatti molto più morbide e facilmente sfumabili, dalla pigmentazione ottima. Questo lo avevo già apprezzato con la collezione Mutations di cui avevo acquistato le Pastello Labbra Alternative (la mia preferita di sempre) e quelle occhi Opposite e Reversal. Ammetto che le Pastello mi sono sempre piaciute e, benché qualche piccola differenza tra colore e colore, in generale la vecchia formulazione era caratterizzata già da una buona morbidezza e durata, benché la stesura a volte risultasse un po' difficoltosa per un'eccessiva secchezza della mina. Le nuove Pastello sono invece di una piacevolissima morbidezza e si sfumano proprio facilmente. Ho trovato Pitaya un pelino più morbida di Sfilata, per cui non mi stupirebbe trovare qualche piccola differenza anche tra i diversi colori che non ho ancora provato. Inoltre, fin dalla prima passata il colore risulta ben pigmentato e pieno, non è necessario ripassare per dare un effetto bold vero e proprio. Ammetto che all'inizio ne ero un po' spaventata, temendo che un prodotto così morbido e intenso andasse da tutte le parti e durasse un nanosecondo, invece no, si guadagna in semplicità di applicazione, la matita scorre infatti sulle labbra che è un piacere, senza perdere in termini di durata. Bisogna giusto fare un po' di attenzione ma non fa strani scherzetti, basta stare giusto un attimo attenti appena applicato.
La durata è addirittura aumentata: entrambe resistono bene diverse ore e passano quasi indenni anche un pranzo leggero. Nel caso di pasti più oleosi (ho testato Pitaya con pizza e patatine, giusto per darvi un'idea) ne risentono ovviamente, soprattutto nella parte centrale delle labbra, ma non vanno via del tutto, lasciando un leggero velo di colore più o meno presente facilmente sistemabile. Tra le due, Pitaya sembra essere più duratura. Non sono, ovviamente, no transfer.
Data la loro morbidezza si prestano molto bene ad essere usate miscelate insieme, sia per creare nuove sfumature di colore o effetti ombré che vanno tanto in voga nell'ultimo periodo.
L'unico appunto che mi sento di fare alla nuova formulazione è che, essendo la mina molto morbida, fare una punta perfettamente appuntita è un po' più complesso, ma ammetto che nella pratica non ne ho risentito, basta stare un po' più attenti.
Rispetto le vecchie Pastello, è migliorata anche la sensazione sulle labbra, se le precedenti seccavano già dopo un'oretta (almeno nel mio caso di labbra ipersecche), queste si sentono decisamente meno, benché comunque si sentano.



Rimane invariato lo spirito del prodotto che prevede l'utilizzo di materie prime il più possibile naturali (ricordiamoci però che è impossibile ottenere certe colorazioni con soli ingredienti verdi). Sono matite vegetarian & vegan, in cui non è utilizzato nessun ingrediente di origine animale, senza siliconi, petrolatum e parabeni. Sono made in Italy.
Questo l'INCI di Sfilata: Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Cocos Nucifera Oil, C10-18 Triglycerides, Hydrogenated Vegetable Oil, Copernicia Cerifera Cera, Candelilla Cera, Mica, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Oryzanol, Tocopherol, Glyceryl Caprylate, CI 15850, CI 77891, CI 42090

Qui trovate l'INCI della versione precedente di Sfilata, quello che cambia è essenzialmente la composizione oleosa, mentre i pigmenti rimangono invariati.
Nel caso di Pitaya, l'INCI è praticamente identico (cambia giusto l'ordine di qualche ingrediente a metà INCI), cambiano ovviamente i pigmenti: CI 15850, CI 77742, CI 77891, CI 77499.
(Per la classificazione in verde-giallo-rosso dell'INCI mi sono affidata alle informazioni disponibili su in-gredients e saicosatispalmi)


In conclusione, se già le apprezzavo prima, ora le Pastello Labbra Neve Cosmetics sono diventate un vero must have e vi consiglio caldamente di provarne qualcuna dato il prezzo decisamente concorrenziale (5,80€). Vista la resa di queste (e il cambio di rotta testato con Reversal e Opposite) credo proprio che mi darò all'acquisto anche di diverse Pastello Occhi, matite che ho sempre apprezzato tantissimo per le colorazioni ma molto meno per la resa vista la loro capacità di spargersi per tutto il contorno occhi appena applicate.
A tal proposito, vi ricordo la promozione in atto (valida fino al 29 giugno) sul sito di Neve Cosmetics (e negozi aderenti) relativa alla collezione Psycotropical: -10% su tutte le referenze della collezione, pacchetto completo a 59€ e spedizioni a 1€.


Voi le avete già provate? Quale colore vi ispira?

Review #39 Hair Tonic alla Fitocheratina e ai Semi di Lino - Francy Bio-Culture

4 giugno 2017
Si torna a parlare di capelli e non posso farlo se non raccontandovi di un prodotto pensato per chi ha i capelli ricci o mossi. Hair Tonic vi dice qualcosa?
Nel mio ultimo ordine fatto da Il Giardino di Arianna è stato infilato anche un tubetto di questo fantomatico gel dal nome lunghissimo: Hair Tonic alla Fitocheratina e ai Semi di Lino. Il nome è particolarmente stuzzicante, ma ammetto che non lo conoscevo, come non conoscevo il brand Francy Bio-Culture, azienda giovane ma che conta un discreto numero di prodotti, che vanno dalla cura del corpo al make up, fino ad arrivare a trattamenti specifici. Ovviamente, visto la mia passione (ma direi anche ossessione) per i prodotti per i capelli mi sono subito fiondata ad informarmi e l'ho introdotto nella mia routine capillifera (click!) fin dal primo lavaggio.

 

Gel trattante ai Semi di Lino arricchito con Fitocheratina (cheratina di origine vegetale), Proteine del Grano e Inulina. Il trattamento rinvigorisce il capello per un effetto curativo e rivitalizzante duraturo nel tempo. (cit. francybioculture.com)

Note tecniche

Si tratta essenzialmente di un gel color giallo sbiadito, dalla consistenza ferma, ma non eccessivamente. La profumazione è abbastanza intensa, fiorita e leggermente fruttata, che permane sui capelli per almeno una gornata. È contenuto in uno di quei classici flaconcini di plastica trasparente medio morbida con tappo a vite e erogatore a scatto per un totale di 200mL. L'erogatore è delle dimensioni giuste per permettere una facile fuoriuscita di prodotto. La confezione che ho ricevuto, come potrete notare dalle foto, è priva di etichetta, ci tengo però a specificare che solo questa che ho ricevuto io è così, normalmente questa c'è. 

È VeganOK e il PAO è di 6 mesi.
Come dice il nome è essenzialmente un gel ai di semi di lino "rinforzato" con ingredienti ad azione rinforzante, idratante, nutriente e lucidante. Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare del gel ai semi di lino, forse l'impacco per capelli più famoso del web. Questi semi sono infatti noti per il loro effetto rinforzante su capelli secchi e bisognosi. Già da solo sarebbe ottimo, ma l'aggiunta di glicerina e aloe vera, noti idratanti che aiutano a ridurre il crespo, e olii quali quello di ricino e jojoba garantisce un'azione nutriente e idratante maggiore. Il fattore in più, a mio avviso, è la presenza di fitocheratina, o proteine del grano, non facilmente presente nei prodotti leave-in, l'ingrediente perfetto per dare vigore e volume al capello.

Questo l'INCI completo:
Water, Linum Usitatissimum Seed Extract*, Glycerin, Xantam Gum, Sodium Chloride, Triticum Vulgare Wheat Germ Oil*, Ricinus Comunis Seed Oil*, Simmondsia Chinensis Oil*, Aloe Barbadensis Leaf Juice*, Hydrolyzed Wheat Protein, Citrus Medica Limonum Juice*, Inulin, Citric Acid*, Sodium Hyaluronate, Tocopherol, Aloe Barbadensis Leaf Extract*, Citrus Medica Limonum Oil*, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Linalool**, Geraniol**, Citronellol**.
*da Agricoltura Biologica.**da Oli Essenzili Naturali.
(Per la classificazione in verde-giallo-rosso dell'INCI mi sono affidata a Biotiful e in-gredients)


Cosa ne penso

E' ormai appurato che, rispetto a creme e olii, tendo a preferire di gran lunga prodotti leave-in sottoforma di gel perché in genere riescono a dare una maggiore definizione ai miei capelli, sì mossi ma che fanno un po' quello che pare a loro. Non a caso il mio prodotto preferito come effetto finale è il gel d'aloe, anche se per il fatto che mi sporca molto prima i capelli non lo uso più da tempo, preferendo prodotti formulati diversamente (come la mia amata Lozione Ricci Morbidi, review qui).

Le istruzioni ne consigliano l'uso sia sui capelli asciutti che umidi, io personalmente uso i prodotti di questo tipo esclusivamente sui capelli umidi, lavati e tamponati con una salvietta. Lo applico a testa in giù premendo le punte verso la nuca per distribuire il prodotto e favorire il mosso. Asciugando con il phon o all'aria non ho notato grandi differenze, se non forse una minore definizione con il phon, ma è una cosa che mi capita sempre, indipendentemente dal leave-in che utilizzo. Per onor di cronaca, ho provato ad utilizzarlo anche sui capelli asciutti ed effettivamente l'effetto sui capelli non è male, dà definizione e volume, ma bisogna essere molto parsimoniosi e distribuirlo per bene altrimenti rimangono un po' "appiccicosi" e comunque duretti. Va da sé che a mio avviso sui capelli umidi è decisamente meglio.

L'Hair Tonic ha il grande pregio di riuscire a definire molto bene il mio mosso naturale, al pari del gel d'aloe e molto più della lozione di Biofficina Toscana. Ne basta infatti la quantità di una noce (anche meno) per avere un ondulato molto naturale ma presente e non escludo che sui capelli ricci possa avere un'azione ancora più marcata. Questa definizione è evidente per i primi due giorni dopo l'uso, andando pian piano a diminuire con i giorni successivi. Resiste inoltre molto bene anche nelle giornate umide e piovose aiutando a ridurre quel simpatico effetto di capelli "cotonati" che fa tanto fungo.

La presenza di tutti quei composti idratanti descritti più su si fa notare proprio nel fatto che il boccolo appare bello idratato e morbido, benché definito, e, come vi dicevo prima, molto naturale, non artificiale. Non rimane inoltre quell'effetto "bagnato" che molti gel danno (e che a me non piace particolarmente). Con l'uso costante ho notato anche che i capelli appaiono pure un po' rimpolpati, non in modo estremo, però l'idratazione e, molto probabilmente la fitocheratina, aiutano a dare al singolo capello un aspetto più sano. Non stiamo parlando ovviamente di un trattamento e l'effetto non è esagerato (non pensate di ritrovarvi con un capello nuovo di zecca, lucido e ristrutturato, per quello servono necessariamente impacchi e impacchi), ma quando lo uso noto un maggior rimpolpamento generale, soprattutto a livello delle punte, dove applico la maggior parte del prodotto.



L'unico difetto che ho riscontrato è il fatto che i capelli tendono a sporcarsi un pelino prima rispetto che con altri prodotti, un po' come mi capitava con il gel d'aloe, ma è molto probabilmente la presenza di fitocheratina che dà questo problema, perché è una cosa che notavo anche quando utilizzavo uno spray homemade alla cheratina. Diciamo che se in genere lavo i capelli una volta a settimana, con questo devo farlo dopo 5 giorni, per cui non è sicuramente un dramma.
Il packaging è comodo, benchè un po' spartano. Sicuramente non è ricercato, ma poco importa, l'importante è il prodotto che c'è dentro. Apprezzo però molto il fatto che sia in plastica trasparente così da capire quando sta per finire e che l'erogatore permette di dosare per bene il gel.

Riassumendo, con questo prodotto sono un po' tornata alle origini, quando appena approcciata al mondo del buon INCI (ho cominciato con i capelli) mi barcamenavo tra gel di semi di lino, gel d'aloe, fitocheratina e olii essenziali cercando di trovare un sostituto alle spume siliconiche. Se anche voi vi trovate bene con questi "ingredienti base" (ma non avete voglia di mettervi a farvelo da soli) molto probabilmente vi piacerà. Io l'ho proprio apprezzato e credo che lo introdurrò permanentemente nella mia routine capillifera per alternarlo alla Ricci Morbidi di Biofficina Toscana quando ho voglia di un po' più di definizione o per quei periodi in cui l'umidità fa da padrona.


Dove

E' un brand non comunissimo da trovare, sicuramente lo trovate da Il Giardino di Arianna (click!) [vi ricordo che avete un bel 10% di sconto con il codice GAREDDITUDE] e nel loro store ufficiale (click!). Il prezzo è di 16,90€ per 200mL di prodotto.

Voi conoscevate già questo brand? Avete provato qualcosa?


Disclaimer: il prodotto in questione mi è stato gentilmente omaggiato dai titolari de Il Giardino di Arianna, che ringrazio ancora. Nonostante ciò la mia recensione non è stata influenzata in alcun modo, tutto quello che ho scritto è frutto del mio libero pensiero.

haul#18 Bioalchemilla

21 maggio 2017
Buongiorno! In questo rapido post volevo farvi vedere il mio recente ordine fatto da bioalchemilla.it in occasione della promozione per la festa della mamma. Premetto che non avevo intenzione di acquistare nulla all'inizio, poi complice una richiesta non molto velata di mia madre per una buona crema corpo anticellulite e il 30% sull'intero catalogo, ecco che mi sono ritrovata a premere "aggiungi al carrello". Sono facilmente influenzabile, I know.


Per chi non lo conoscesse, Bioalchemilla è uno store online (di cui esiste anche la versione fisica in provincia di Taranto) che tratta cosmetici con formulazioni biologiche certificate e dall'INCI verde, oltre ad avere anche una buona fornitura di prodotti alimentari biologici. Relativamente alla cosmesi, ad onor del vero, non tutto quello presente in negozio è certificato o dall'INCI immacolato, penso per esempio ai Brow Pot Nabla, ma in linea generale la stragrande maggioranza delle aziende trattate o dei prodotti lo sono.

Piccola parentesi, non entrerò nel merito della polemica di questi giorni sul fatto che le bioprofumerie possano o meno tenere prodotti più o meno lontani dalla loro filosofia originale perchè (1) ci sono troppe variabili di cui tenere conto, (2) ognuno ha una soglia differente rispetto a quello che ritiene "accettabile" e (3) essenzialmente mi sembra una polemica che non porti ad un reale beneficio per cui non vedo l'utilità di spendere un numero maggiore di parole oltre a queste tre righe.

Una cosa che mi ha colpito subito di questo negozio e che me lo faceva tenere d'occhio da un po' è il fatto che a livello di marchi sia molto fornito, ci sono infatti moltissimi brand e facilmente troverete i prodotti che state cercando. Potete infatti trovare i più famosi Alkemilla, Avril, Bioearth, Maternatura, Phitofilos, ma anche brand meno diffusi e difficili da trovare in store tutti insieme come Sezione Aura, Setaré, Liquidflora e Fitocose, giusto per citarne alcuni. Qui trovate comunque tutti i brand disponibili. 
Le spedizioni in Italia sono gratuite per una spesa dai 29,90€ in su (5,80€ se spendete meno), ma se tenete conto che l'ordine minino è di 25€ facendo due conti è una cifra che conviene raggiungere. La spedizione avviene mediante corriere Bartolini e sono accettati tutti i tipi di pagamento classici: paypal, carta di credito, contrassegno (+4€). Per darvi un'idea delle tempistiche: ho fatto l'ordine martedì sera, il giovedì mattina è stato spedito ed è arrivato a casa, dopo circa 1000km di viaggio, il lunedì. Per cui, tempistiche rapide ed efficienti.
Ogni prodotto era accuratamente imballato singolarmente. E quando dico accuratamente intendo che ogni confezione era talmente imbottita con pluriball e nastro adesivo che probabilmente anche a lanciare la scatola contro il muro non si sarebbe rotto nulla. Ottima cosa, che non tutti gli store fanno. Presenti ovviamente i campioncini, sempre molto graditi.


Detto ciò, passerei agli acquisti.
Ho deciso di regalare a mia madre la Crema TermoAttiva 90/60/90 di Alkemilla, a mio avviso la crema migliore per trattare adiposità e cellulite se si rimane su questa fascia di prezzo (prezzo pieno 22,90€ per 200mL). Non ne ho provate moltissime, ma tra quelle provate è l'unica con cui ho effettivamente notato una "riduzione di centimetri". Niente di miracoloso, ma con l'uso costante (senza una particolare dieta o facendo sport) ho visto proprio dei miglioramenti sia a livello di pelle che di "cuscinetti". Non la vedete in foto perchè appena arrivato il pacco, ovviamente, mia mamma se ne è appropriata senza lasciarmi il tempo di metterci neache le mani sopra e fingere di fare una foto seria, ma vi assicuro che era nel pacco.
Per arrivare al minimo d'ordine ho poi acquistato la Maschera per Capelli Lucidante al Mirtillo sempre di Alkemilla. Questa e la sua sorellina Fragola e Panna volevo provarle da quando sono uscite, ma avendo una marea di maschere e balsami gia aperti l'ho sempre lasciata sullo scaffale virtuale. Questa volta però non ho resistito. Non l'ho ancora usata, ma vi posso dire che il profumo è dolce, fruttato e fresco allo stesso tempo e non vedo l'ora di provarla. Nel caso siate curiose potete leggerne qualche dettaglio nella recensione di Elenia - MissHaul. Prezzo 10,80€ per 100mL.
Infine, mi sono portata a casa il Blossom Blush Daisy di Nabla. Non so se ne avete qualcuno, ma questi blush hanno una texture favolosa, sono pigmentati il giusto per non sbagliare clamorosamente e sembrare Heidi e si sfumano che è una meraviglia. Ne avevo già altri due in casa e cercavo un rosa freddo, per cui ho optato per lui in versione refill (prezzo 10,50€). Ovviamente non ho pensato che avrei avuto bisogno anche di un posto dove metterlo visto che ho tutte le palette magnetiche piene, ma in qualche modo mi ingegnerò.

 
 E questo è quanto, è stato un ordine piccino piccino, ma ci tenevo a raccontarvi la mia esperienza con Bioalchemilla essendo stata la mia prima volta. Ovviamente non posso che consigliarvi questo e-store non avendo trovato alcun lato negativo, anzi, vi consiglio di tenere d'occhio anche la loro pagina Facebook (qui) per rimanere aggiornati sulle promozioni (che fanno spesso), o di registarvi alla newsletter (con annesso 5% di sconto sul primo acquisto).

Conoscevate questo store? Avete approfittato anche voi del 30% di sconto?

review #38 crema viso giorno - naturaequa

14 maggio 2017
Se c'è qualcosa che non manca mai della mia routine quotidiana è la crema viso, non c'è mattino o sera che manchi di applicarla. E pensare che anche solo qualche anno fa non la utilizzavo mai, ah la gioventu! Avendo a quei tempi una pelle abbastanza normale pensavo infatti di non averne bisogno e che la crema servisse solo in caso di necessità specifiche. Invecchiando (ehm) crescendo ho cominciato ad utilizzarne qualcuna, più o meno adatte il mio tipo di pelle, capendo quanto sia fondamentale una buona idratazione quotidiana e l'utilizzo di una buona crema viso per mantenere la pelle luminosa e bella. Quella di cui vi parlo oggi, la crema viso da giorno di Naturaequa, è stata una piacevolissima scoperta e [spoiler] forse la migliore crema viso "invernale" che abbia provato fino ad ora.


Auto Post Signature

Auto Post  Signature